Home News La Juventus prepara l’assalto a Jorginho

La Juventus prepara l’assalto a Jorginho

CONDIVIDI

Attualmente l’italo-brasiliano sembra ai margini del progetto Chelsea non avendo giocato un minuto dalla ripresa della stagione.

Il calcio con i tempi stretti dettati dalle misure post pandemia non si ferma mai, infatti, nonostante sia da poco terminato il Derby di Torino che ha visto la Juventus trionfare per 4-1 sulla compagine granata, oggi la formazione bianconera è di nuovo a lavoro anche se, in questo caso, per pianificare il proprio futuro.

Nonostante il gran colpo piazzato, grazie allo scambio avvenuto con il Barcellona tra Pjanic e Arthur, l’allenatore bianconero, Maurizio Sarri, starebbe ancora cercando per la sua squadra tipo un regista che possa sostituire il bosniaco in maniera perfetta. Il nome più gettonato e che circola in queste ore è quello dell’italo-brasiliano Jorginho. Non è però una novità, infatti, l’ex centrocampista del Napoli è stato in cima alla lista desideri del tecnico toscano sin dal suo approdo alla Juventus avvenuto questa estate.

A riaccendere le speranze bianconere però, così come i rumor di mercato, ci ha pensato la gestione del giocatore attuata da Frank Lampard, bandiera ed attuale allenatore del Chelsea. Jorginho, infatti, dalla ripresa dei campionati non ha ancora giocato un minuto in nessuna gara ufficiale. Tribuna con l’Aston Villa e le successive panchine con Manchester City, West Ham e Watford in Premier League e con il Leicester in coppa fanno pensare ad un esclusione dal progetto di Jorginho anche se Lampard in conferenza stampa si è mostrato più volte sicuro sul futuro del giocatore.

Il prezzo fissato dal Chelsea per il centrocampista si aggirerebbe sui 50 milioni di euro, un prezzo però destinato a scendere anche a causa dell’emergenza sanitaria che ha colpito il mondo. Inoltre non è da escludere un inserimento di qualche contropartita tecnica da parte della Juventus, giocatori come Douglas Costa, Alex Sandro e Bernardeschi, infatti, interesserebbero non poco alla formazione londinese.