Home News La Dea travolge il Brescia per 6-2

La Dea travolge il Brescia per 6-2

CONDIVIDI

Nell’anticipo di ieri l’Atalanta si conferma la squadra più in forma del momento

Non si poteva aprire in modo migliore la 33esima giornata di campionato, almeno per i tifosi atalantini e più in generale del calcio, ben 8 reti messe a segno in una sola gara. Con questo 6-2 rifilato al Brescia, l’Atalanta sale momentaneamente al 2° posto in classifica superando di 2 punti Inter e Lazio, con ovviamente una partita in meno. Molto più difficile la situazione del Brescia, penultimo a 21 punti, al quale serve una vera e propria impresa per mantenere la categoria.

Passando alla cronaca del match, l’incontro si è messo subito sui binari dello spettacolo, infatti, dopo soli 2 minuti di gioco i padroni di casa sono già avanti con una rete del croato Mario Pasalic, la prima delle tre reti che segnerà nel corso della serata. 6 minuti più tardi però, all’ 8′, ci pensano gli attaccanti bresciani a trovare il goal dell’1-1 con un assist di Alfredo Donnarumma che ha servito splendidamente Ernesto Torregrossa. Purtroppo per gli ospiti la differenza tra le due rose c’è eccome e al 25′ l’Atalanta passa di nuovo avanti con Marten De Roon.

Da questo momento la formazione bergamasca inserisce il turbo e riesce a mettere a segno ben 2 reti nell’arco di 5 minuti, trovando dapprima il 3-1 con Ruslan Malinovs’kyj e poi la 4° rete con Duvan Zapata su assist di Robin Gosens, il suo secondo della serata. Nella ripresa sale definitivamente in cattedra Pasalic siglando il 5-1 al 55′ ed il sesto goal nerazzurro 3 minuti più tardi. Nel finale c’è spazio per un ultima rete, siglata questa volta dal Brescia, ad opera di Nikolas Spalek, a fornire l’assist al compagno il solito Sandro Tonali entrato solo pochi minuti prima. Una partita che è stata a senso unico fin dalla sua vigila, sopratutto considerando le ultime uscite della squadra di Gasperini, e che proietta l’Atalanta sempre più vicina alla prossima Champions League.