Home Cronaca Ivrea, bimba di 12 anni trovata morta impiccata in bagno: l’ombra di...

Ivrea, bimba di 12 anni trovata morta impiccata in bagno: l’ombra di una folle sfida su Tik Tok

CONDIVIDI

A lanciare l’allarme è stato il padre, che ha immediatamente allertato i soccorsi, ma per la figlia non c’è stato nulla da fare.

bimba 12 anni morta impiccata

 

 

Avviata un’indagine per chiarire cosa sia davvero accaduto alla bambina.

Bambina di 12 anni trovata morta nel bagno di casa

Nessun biglietto, né un messaggio per spiegare l’assurda tragedia di cui è rimasta vittima, solo una cintura stretta attorno al collo, che ha spento per sempre i suoi sogni.

È morta così la scorsa domenica pomeriggio una bambina di 12 anni di Borgofranco, provincia di Ivrea.

A trovarla, quando era ormai troppo tardi, è stato il padre, che ha immediatamente chiesto aiuto.

Leggi anche –> Palermo, si lega una cintura al collo per una sfida su Tik Tok: grave una bambina di 10 anni

Quando i sanitari del 118 sono accorsi, per la bambina non c’era ormai più nulla da fare e non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso.

L’ombra di una sfida social

La mente corre alla piccola Antonella Sicomero, la bambina palermitana morta a 10 anni lo scorso gennaio.

Come la vittima di Ivrea, anche Antonella venne trovata ormai esanime nel bagno di casa, con una cintura stretta attorno al collo.

Anche in quel caso, a fare la drammatica scoperta fu il padre della bambina. La piccola morì poco dopo il ricovero in ospedale.

Le indagini degli inquirenti, come nel caso di Antonella Sicomero, si muovono sulla pista della sfida social.

La bambina piemontese potrebbe aver partecipato alla Blackout challenge, cercando di resistere il più a lungo possibile senza respirare.

Una sfida che però le è costata la vita. Come riferisce anche La Repubblica, le indagini degli inquirenti si muovono a 360° e al momento non si esclude nessuna ipotesi.

La bambina morta a Castelfranco non ha mai parlato con nessuno di quella sfida, ma resta comunque l’ipotesi che possa avervi preso parte, senza farne parola con i genitori.