Home Salute & Benessere Insolazione: ecco come prevenirla e curarla

Insolazione: ecco come prevenirla e curarla

CONDIVIDI

L’insolazione può verificarsi dopo essersi esposti a temperature elevate e spesso è accompagnato da disidratazione.

Insolazione: come prevenirla e curarla

Esistono due tipi di insolazione:

  • Esaurimento delle risorse idriche : i segni includono sete eccessiva, debolezza, mal di testa e perdita di conoscenza.
  • Esaurimento del sale: nausea e vomito, crampi muscolari e vertigini.

Sebbene l’insolazione non sia così grave come il colpo di calore, non è qualcosa da prendere alla leggera. Senza un adeguato intervento, può progredire fino al colpo di calore, che può danneggiare il cervello e altri organi vitali e persino causare la morte, nei casi più gravi.

Sintomi dell’insolazione

I segni e i sintomi più comuni dell’insolazione includono:

  • Confusione
  • Urina di colore scuro (un segno di disidratazione)
  • Vertigini
  • Svenimenti
  • Fatica
  • Mal di testa
  • Crampi muscolari o addominali
  • Nausea, vomito o diarrea
  • Pelle pallida
  • Sudorazione profusa
  • Battito cardiaco accelerato

Come trattare l’insolazione

Se tu o qualcun altro avete sintomi legati all’insolazione, è essenziale uscire immediatamente riposare, preferibilmente in una stanza con aria condizionata o in posto più fresco e ombreggiato più vicino.

Altre strategie raccomandate includono:

  • Bere molti liquidi, in particolare bevande sportive per sostituire il sale perso (evitare caffeina e alcol).
  • Rimuovere gli indumenti stretti o non necessari.
  • Fare una doccia fresca, un bagno o un bagno con spugna.
  • Applicare altre misure di raffreddamento come ventilatori o asciugamani di ghiaccio.

Se tali misure non riescono a fornire sollievo entro 15 minuti, richiedere assistenza medica.

Dopo esserti ripreso, probabilmente sarai più sensibile alle alte temperature durante la settimana seguente. Quindi è meglio evitare il caldo e fare molto esercizio fisico fino a quando il medico ti dirà che è sicuro riprendere le normali attività.

Fattori di rischio dell’insolazione

L’insolazione è strettamente correlata all’indice di calore, che è una misura di quanto caldo si prova quando gli effetti dell’umidità relativa e della temperatura dell’aria sono combinati.

Un’umidità relativa del 60% o più ostacola l‘evaporazione del sudore, che ostacola la capacità del corpo di raffreddarsi.

Il rischio di malattie legate al calore aumenta drammaticamente quando l’indice di calore sale a 90 gradi o più. Quindi è importante – specialmente durante le ondate di calore – prestare attenzione all’indice di calore riportato e anche ricordare che l’indice di calore è ancora più alto quando si è esposti totalmente al sole.

Se vivete in un’area urbana, potreste essere particolarmente inclini a sviluppare l’insolazione durante un’ondata di calore prolungata, in particolare se vi sono condizioni atmosferiche stagnanti e scarsa qualità dell’aria.

Asfalto e cemento, infatti, immagazzinano calore durante il giorno e solo gradualmente lo rilasciano durante la notte, con conseguente aumento delle temperature notturne.

Altri fattori di rischio associati a malattie legate al calore includono:

  • Età: I neonati e i bambini fino a 4 anni e gli adulti di età superiore ai 65 anni sono particolarmente vulnerabili perché si adattano a riscaldarsi più lentamente rispetto ad altre persone.
  • Alcune condizioni di salute: malattie cardiache, polmonari o renali, obesità o sottopeso, ipertensione, diabete, malattie mentali, tratto falciforme, alcolismo, scottature solari e qualsiasi condizione che causi la febbre. Le persone con diabete sono a maggior rischio di visite al pronto soccorso, ospedalizzazione e morte per malattie legate al caldo e possono essere particolarmente inclini a sottovalutare il rischio durante le ondate di calore.
  • Farmaci: diuretici, sedativi, tranquillanti, stimolanti, farmaci per la pressione del cuore e del sangue e farmaci per condizioni psichiatriche.

Come prevenire l’insolazione

  • Indossare abiti leggeri, di colore chiaro, larghi e un cappello a tesa larga.
  • Utilizzare una crema solare con un SPF di 30 o più.
  • Bevi liquidi extra. Per prevenire la disidratazione, bere molta acqua, succo di frutta o succo di verdura al giorno, soprattutto se si fa attività fisica all’aperto.
  • Evita i liquidi contenenti caffeina o alcool, perché entrambe le sostanze possono farti perdere più liquidi e peggiorare l’insolazione.