Home News Influenza da record, 341mila italiani malati: i consigli del Ministero della Salute

Influenza da record, 341mila italiani malati: i consigli del Ministero della Salute

CONDIVIDI

E’ record per l’influenza del 2019 2020 con un picco arrivato a 341mila italiani a letto. Ma cosa consiglia il Ministero della Salute?

Influenza
Influenza da record

L’influenza di quest’anno potrebbe superare livelli molto alti e il Ministero della Salute da dei consigli da seguire per evitare il contagio – dietro l’angolo.

Picco di italiani contagiati in 4 settimane

L’Italia non è solo nella morsa del maltempo ma anche della febbre, raffreddore e tosse. In sole 4 settimane sono 341 mila gli italiani a letto malati e già 119mila durante la scorsa settimana di ogni fascia d’età.

E’ un dato rilevato da Influnet – pubblicato dall’Istituto Superiore di Sanità: ma nonostante il numero alto si è ancora sotto la soglia minima del picco che avverrà nei prossimi mesi.

I consigli del Ministero della Salute

Sul portale ufficiale il Ministero della Salute lancia una serie di consigli per affrontare al meglio il picco influenzale che arriverà nelle prossime settimane mentre ha già investito molte persone, costrette a letto.

Il Ministero spiega che il 9% della popolazione italiana viene raggiunto da sintomi che somigliano al virus senza uno sviluppo vero e proprio.

Lo stesso nel suo portale consiglia il vaccino, non solo per il bene del singolo ma anche per quello della comunità stessa e altre norme comuni da rispettare nel rispetto di chi ci sta accanto:

  • Utilizzare fazzoletti per limitare la diffusione davanti alla bocca o il naso quando si tossisce o starnutisce
  • arieggiare gli ambienti di casa almeno una volta al giorno
  • lavarsi spesso le mani senza metterle in contatto con bocca, naso e occhi

L’igiene personale non deve essere trascurata, non solo sul proprio corpo ma anche per gli indumenti (lenzuola comprese) da lavare e disinfettare.

Tutte le informazioni si possono reperire in un video pubblicato sul canale del Ministero YouTube al fine di velocizzare la condivisione sui social.