Home Salute & Benessere Influenza 2019: durata, sintomi e importanza del vaccino

Influenza 2019: durata, sintomi e importanza del vaccino

CONDIVIDI

L’influenza 2019 sta colpendo tutti senza precedenti, per questo vediamo sintomi, durata e come curarla

Influenza 2019: durata, sintomi e importanza del vaccino

Gennaio è iniziato con l’ondata dell’influenza 2019, ma anche per il mese di Febbraio e Marzo è previsto un picco che lascerà a letto milioni di italiani. Come fare allora?

Influenza 2019 sintomi

Solo l’anno scorso il virus influenzale ha interessato circa 8 milioni di italiani, ma è per il 2019 che la previsione del picco nel contagio è molto alta. Per questo motivo è bene capire i sintomi da riconoscere e qualche metodo per prevenire al meglio un possibile contagio.

I sintomi sono facilmente riconoscibili, infatti dopo che il virus colpisce l’organismo si possono manifestare dolori articolari – mal di gola – raffreddore e febbre di entità differenti. 

L’attacco più frequente è quello alle vie respiratorie, accompagnando la febbre con tosse – catarro e male ai bronchi, senza dimenticare le secrezioni nasali. Non solo, perché per quest’anno è anche prevista l’influenza intestinale che interessa adulti e bambini e si manifesta insieme alla “solita” influenza.

Influenza 2019 durata e prevenzione

Secondo la previsione dell’Istituto Mondiale della Sanità il picco è avvenuto nel mese di Gennaio, anche se il mese in corso è nell’occhio del mirino viste le temperature rigide ancora presenti.

Per evitare un possibile contagio è bene coprirsi quando si esce ed evitare posti chiusi, dove ci sono molte persone che possono trasmettere il virus con un colpo di tosse o anche solo con una stretta di mano: naturalmente, non è possibile chiudersi in casa, per questo motivo detergere bene le proprie mani e cercare di attuare delle norme igieniche standard – ponendo ancora più attenzione.

Influenza 2019 vaccino

Per chi volesse evitare l’influenza, il vaccino è il metodo più consigliato. Il Ministero della Salute ha evidenziato che il vaccino rappresenta il “mezzo più efficace e sicuro per prevenire l’influenza”, ma è bene evidenziare che è anche un riduttore di trasmissione virus verso il prossimo.