Home Cronaca Infarto mentre guida lo scuolabus: autista compie un gesto eroico per salvare...

Infarto mentre guida lo scuolabus: autista compie un gesto eroico per salvare i bambini

CONDIVIDI

Una storia drammatica, ma dal finale commovente, è accaduta in Puglia, nella Provincia di Brindisi. Sante Quaranta, un’autista di 65 anni, pugliese di Fasano, sposato con due figlie, Graziana e Deborah, è stato colto da un malore mentre guidava lo scuolabus. L’uomo, però, ha avuto la prontezza di accostare il mezzo al bordo della strada per mettere in salvo i bambini, prima di farsi sopraffare dall’infarto in corso e morendo sotto gli occhi atterriti dei suoi piccoli passeggeri. Un gesto da eroe, quello di ‘zio Sante’, com’era conosciuto in Paese, nel quale era molto amato e apprezzato.

Sante, anche quella mattina, come di consueto, stava portando a scuola i suoi piccoli ‘clienti’ che vivono nelle zone collinari di Fasano. Nei pressi di Cocolicchio, l’autista ha iniziato ad avvertire un dolore al petto, molto forte, che col passare dei chilometri si è fatto sempre più lancinante e insopportabile. A quel punto si è reso conto di essere vittima di un infarto e, con tutta la lucidità che gli è restata in corpo, ha rallentato e accostato lo scuolabus al ciglio della strada, evitando così di invadere l’altra carreggiata. Inevitabilmente si è accasciato sul volante, sotto gli occhi costernati e spaventati dei piccoli alunni, i quali per fortuna non si sono fatti nemmeno un graffio. Alcuni automobilisti, vedendo il mezzo fermo al bordo della strada, si sono avvicinati per capire cosa fosse successo, ma all’arrivo dell’ambulanza del 118, i tentativi di rianimazione sul posto sono stati fin da subito vani. Trasportato all’ospedale «Perrino» di Brindisi, Quaranta non ha fatto in tempo nemmeno ad arrivare poiché è deceduto durante il trasporto.

L’uomo, come dicevamo, era molto conosciuto da queste parti, anche e soprattutto per la sua passione per le gare di kart che lo aveva portato a diventare direttore di karting e a essere rispettatissimo nel mondo delle competizioni, tanto da tenere a battesimo piloti del calibro di Giancarlo Fisichella e Jarno Trulli. Era solito mostrare con orgoglio una foto che lo ritraeva sorridente insieme a Michael Schumacher in tuta verde nel paddock di un autodromo, prima di una gara di kart. Inoltre, Quaranta era uno dei promotori dell’organizzazione della cronoscalata ‘Coppa Selva di Fasano’, la cui 61^ edizione si svolge quest’anno il 9 e 10 giugno con un testimonial d’eccezione come Ron Moss, il Ridge Forrester della soap opera ‘Beautiful’.