Home Cronaca Drammatico schianto a Silea, Salvatore Abel Aprile muore a 27 anni: l’amica...

Drammatico schianto a Silea, Salvatore Abel Aprile muore a 27 anni: l’amica in gravi condizioni

CONDIVIDI

L’incidente è avvenuto all’alba del 7 gennaio in via Belvedere. L’auto su cui viaggiavano i due giovani è finita fuori strada.

incidente Salvatore Abel Aprile

La vittima era originario di Barletta, ma viveva da tempo a Roncade con i genitori.

Incidente a Canton di Silea: morto un ragazzo di 27 anni

È di una vittima e un ferito grave il drammatico bilancio dell’incidente avvenuto all’alba di giovedì a Canton di Silea, provincia di Treviso.

A perdere la vita un ragazzo di 27 anni, Salvatore Abel Aprile. L’amica che viaggiava con lui è ricoverata in gravissime condizioni.

Stando ad una prima ricostruzione dell’incidente, la Mini Cooper su cui viaggiavano i due ragazzi, è finita fuori strada, ribaltandosi, in una curva, in via Belvedere.

Come riferisce anche Trevisotoday, a lanciare l’allarme sono stati gli altri automobilisti in transito sul luogo dello schianto.

Quando i sanitari del 118 sono giunti sul luogo dell’incidente, per il 27enne non c’era ormai più da fare.

L’amica che viaggiava con lui, una giovane di 22 anni di origini svizzere, è stata ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso.

Come riporta anche Il Gazzettino, lo scorso ottobre era stata ritirata la patente al 27enne morto nello schianto. Nonostante ciò, il giovane si era messo alla guida della sua auto.

Le cause dello schianto

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, a provocare il drammatico incidente potrebbe essere stato un malore o un colpo di sonno, a seguito del quale Salvatore Abel Aprile ha perso il controllo della vettura, finendo fuori strada.

Il 27enne, originario di Barletta ma residente a Roncade, era molto conosciuto a Silea.

Salvatore aveva lavorato in alcuni locali molto noti, tra cui la “Capannina” a Jesolo.

Fino allo scorso luglio era stato a Parigi, dove aveva lavorato come cameriere in un locale, lo Chez Pierrot “Antonio e Antonio”.

Indagini in corso per ricostruire la dinamica della tragedia e per accertare come mai il 27enne si fosse messo alla guida della sua auto, nonostante il ritiro della patente ancora in corso.