Home Cronaca Tragedia della Befana, sbattono contro il muro del cimitero: morti Dante Cappai...

Tragedia della Befana, sbattono contro il muro del cimitero: morti Dante Cappai ed Enrik Vuka di 23 e 25 anni

CONDIVIDI

L’auto su cui viaggiavano le due vittime si è schiantata contro un muro del cimitero.

incidente Montorio Romano morti due giovani

Inutili i soccorsi, per Dante Cappai ed Enrik Vuka non c’è stato nulla da fare.

Incidente a Montorio Romano

Ancora sangue sulle strade: nella serata dell’Epifania sono morti due giovani di Montorio Romano.

Dante Cappai ed Enrik Vuka, 23 e 25 anni rispettivamente, hanno perso la vita nel drammatico schianto avvenuto nella serata di mercoledì, nel paese della periferia capitolina.

Come riferisce anche Romatoday, l’incidente è avvenuto nei pressi del cimitero di Montorio Romano, fuori dal centro abitato.

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, la Peugeot 206 su cui viaggiavano i due amici è uscita fuori strada, mentre procedeva in direzione.

L’auto ha impattato con violenza contro il muro di cinta del cimitero. Per Dante ed Enrik, che era alla guida dell’auto, non c’è stato nulla da fare, nonostante l’arrivo immediato dei soccorsi.

Dante Cappai è morto sul colpo. Per l’amico 25enne, estratto ancora vivo dalle lamiere dell’auto, le speranze si sono spente poco dopo: il ragazzo è morto poco dopo l’arrivo all’ospedale Sant’Andrea.

Chi erano le due vittime

Mentre si indaga sulla dinamica dell’incidente, in cui sembra non siano state coinvolte altre auto, due comunità piangono ora le giovani vite spezzate di Dante ed Enrik.

Originario di Cagliari, Dante Cappai viveva a Nerola, dove lavorava come autista.

Enrik Vuka, originario dell’Albania, da anni viveva con la famiglia a Montorio Romano, dove si è consumata la tragedia.

Tanti i messaggi di cordoglio e vicinanza a familiari ed amici dei due giovani morti nel drammatico incidente.

L’amministrazione comunale di Montorio Romano e il sindaco di Nerola hanno espresso il loro sgomento per la triste notizia.

Intanto gli inquirenti hanno sequestrato la Peugeot 206 su cui viaggiavano le due vittime, per cercare di ricostruire l’esatta dinamica della tragedia.

Sulle salme di Dante ed Enrik verrà eseguito, nei prossimi giorni, l’esame autoptico.