Home News Incendio Sarno, un video incastra i minorenni: “Una bravata finita male”

Incendio Sarno, un video incastra i minorenni: “Una bravata finita male”

CONDIVIDI

L’incendio a Sarno ha provocato un disastro inimmaginabile e sono tantissimi gli sfollati. Ora spunta un video e gli autori di tutto questo sono al vaglio degli inquirenti

Incendio Sarno
Incendio Sarno

Un incendio quello di Sarno che ha terrorizzato l’intera popolazione e ha fatto danni di grandi dimensioni. Ora questo disastro ha nomi e cognomi che sono al vaglio degli inquirenti.

Il disastro di Sarno

La città ha passato delle ore di terrore, con le fiamme che hanno divorato tantissimi ettari di vegetazione, ucciso animali e costretto moltissime persone ad abbandonare le abitazioni.

Sono intervenuti sul posto non solo i Vigili del Fuoco, ma anche Polizia – Carabinieri – Protezione Civile e volontari che hanno domato le fiamme. Tutti i soccorsi hanno subito un grave rallentamento a causa del forte vento.

Dopo questo oggi è arrivata la pioggia e il Sindaco teme ad una alluvione, che costringerebbe nuovamente la popolazione a camminare in ginocchio – nonostante il grande aiuto da parte di tutti quanti.

Ma che cosa è successo?

I sei minorenni colpevoli dell’incendio doloso

Il Monte Saretto per tantissime ore è stato preso sotto la morsa delle fiamme, tenendo con il fiato sospeso tutta la popolazione del salernitano.

I 200 sfollati ora sono rientrati nelle proprie case e da lunedì tornerà la solita routine, con scuole ed esercizi operativi. Ma un video ha incastrato gli autori del fatto.

Sono sei ragazzi di cui cinque minorenni, che si sono giustificati evidenziando che la loro voleva solo essere una “bravata” sfuggita di mano che si è trasformata in un disastro.

La Procura ora sta vagliando la loro posizione. Nel mentre il Sindaco ha chiesto aiuto all’Esercito e presenterà un esposto alla Procura della Repubblica, chiedendo lo stato di calamità naturale.

Questo disastro compiuto per una bravata di alcuni ragazzi, ha distrutto il 90% della pineta naturale e preziosa per la città.