Home News In Alaska il permafrost si scioglie con le piogge anomale

In Alaska il permafrost si scioglie con le piogge anomale

CONDIVIDI

A causa del cambiamento climatico le temperature e l’umidità stanno salendo, permettendo questo strano fenomeno.

Se in Siberia il permafrost si scioglie a causa degli incendi, in Alaska ciò succede per la troppa umidità. Sono intrappolati all’interno di questo strato dei gas serra come il metano. Una volta liberati nell’atmosfera incrementano il riscaldamento globale.

Lo studio sulla fusione del permafrost

Abbiamo uno studio che possiamo leggere sulla rivista Climate and Atmospheric Science ed è il primo che analizza come l’incremento della piovosità, sia in grado di influenzare lo scioglimento del permafrost.

In Alaska esiste un fenomeno correlato chiamato amplificazione artica. Esso è collegato al riscaldamento globale e consiste in un’incremento delle temperature più rapido rispetto al resto del Mondo.

Il coordinatore dell Studio Thomas Douglas ha spiegato che in Alaska si è verificato che l’inverno dura in media 3 mesi meno, che vanno ad aggiungersi ai mesi estivi.

“questo significa che durante l’estate piove molto di più.”

Ha concluso il ricercatore

Il rapporto tra la vegetazione e lo scioglimento

La missione di studio è durata 5 anni ed ha riguardato diverse zone dell’Alaska. Gli scienziati hanno fatto 2.750 misurazioni di analisi del permafrost per stabilire quanto se ne era sciolto ogni estate.

Più umida e piovosa è l’estate, più in profondità si scioglierà il permafrost. Dopo l’estate del 2014 che è stata la più piovosa dello studio, i terreni perennemente congelati si sono sciolti in profondità e il loro livello non è ancora tornato a quello precedente.

Le foreste sono in grado di proteggere il terreno dal pericolo di scioglimento dei terreni perennemente ghiacciati. Gli abeti rossi sono in grado di proteggere al meglio, dato che il terreno sottostante è ricoperto da uno spesso strato di muschio.

La vegetazione in futuro potrebbe cambiare a causa dell’aumento delle temperature e dell’umidità. Si pensa che il nuovo tipo di piante non sarà in grado di fornire la stessa protezione dell’attuale.

Siamo di fronte ad un circolo vizioso: il permafrost si scioglie, provocando estati più piovose che faranno aumentare lo scioglimento dei terreni perennemente ghiacciati.