Home News Impatto ambientale, il dovere di agire immediatamente: emergono gli accordi di Parigi

Impatto ambientale, il dovere di agire immediatamente: emergono gli accordi di Parigi

CONDIVIDI

L’impatto ambientale è imminente e gli accordi di Parigi invitano ad agire. Come fare?

Impatto ambientale
Impatto ambientale

Ognuno di noi ha il dovere di ridurre l’impatto ambientale, il consumo delle risorse creando ambienti abitabili ecosostenibili. Questo ci permetterà di proteggere meglio il nostro ambiente. Pochi sono gli accorgimenti da adottare per inquinare di meno, basta cambiare poche abitudini errate.

Gli accordi di Parigi 2015

Prevedevano svariati impegni per i 195 paesi che li hanno sottoscritti. Uno dei punti maggiormente importanti, è senza dubbio la riduzione dei gas serra, che porta ad una riduzione delle temperature globali di almeno 2°C. Inoltre molti stati si sono impegnati nella drastica riduzione della produzione di anidride carbonica entro il 2030.

Si spinge quindi a ridurre il consumo smodato, senza consumare in modo eccessivo i beni globali. Si deve inoltre insegnare la cultura green fin dalla più tenera età, per spingere in modo naturale alla conservazione dell’ambiente. Non si deve quindi spingere con leggi invasive, si dovrebbe spingere ad un consumo responsabile. Si deve anche pensare ad un’agricoltura più sostenibile, che non porti al consumo e all’erosione del terreno o peggio, alla sua desertificazione. Si devono tutelare anche i boschi, prati, foreste, magari creando programmi per farli ampliare.

Alcuni piccoli consigli per il cittadino:

Anche nel nostro piccolo, possiamo intervenire per ridurre i consumi eccessivi, proteggendo come possiamo il clima e dell’ambiente. Vi lascio dunque un piccolo elenco di consigli o interventi da fare, se vogliamo dare il nostro contributo:

  • Sostituire le finestre con quelle a miglior tenuta. Si avrebbe un risparmio del 75% d’energia
  • Eliminate le finestre a ribalta
  • Migliorare il rivestimento termico, migliorando del 70% l’efficienza termica. Non solo i muri, ma anche pavimenti, soffitti e tetto, possono avere questo trattamento.
  • Creare facciate verdi, dato che le piante raffrescano naturalmente
  • Arieggiate solo quando necessario. D’estate fatelo soprattutto dal tramonto fino alla mattina presto. Lasciare le finestre aperte sempre, porta ad un forte consumo di corrente. Durante l’inverno, bastano pochi minuti più volte durante la giornata.
  • Puntare sulle risorse rinnovabili
  • Comprare mobili durevoli
  • Acquistare elettrodomestici in classe A+++, da non lasciare mai in modalità standby
  • Scegliere ortaggi e frutta di stagione, che sia del luogo. Se possibile, allestite un piccolo orto, cosa fattibile anche in vaso
  • Create dei punti di ristoro per le api, composti anche da piccoli vasi di margherite, campanule, verbena e denti di leone.