Home Lifestyle Il primo sole dei bambini dopo la quarantena, istruzioni per l’uso

Il primo sole dei bambini dopo la quarantena, istruzioni per l’uso

CONDIVIDI

I bambini si esporranno al primo sole dopo la quarantena. Come fare perché sia un’esposizione sana? Te lo spieghiamo in questo articolo.

primo sole bambini

Il primo sole per i bambini può rivelarsi rischioso per la pelle dei più piccini. Ecco quindi delle regole da seguire.

La pelle è abituata a stare al chiuso

Il primo sole potrebbe rivelarsi rischioso per la pelle dei bambini che, dopo il lockdown, è abituato a stare al chiuso, lontano dai raggi. La pelle può essere danneggiata manifestando: pruriti, arrossamenti, secchezza e desquamazione.

Perciò, mai esporsi al sole senza una buona protezione solare che potrebbe essere utile anche se si passeggia in città. La protezione va applicata anche quando si sta all’ombra, oppure quando è nuvoloso poiché i raggi possono colpire lo stesso la pelle. Non bisogna dimenticare di coprire la testa.

Il sole fa bene ai bambini ma con attenzione

Però, non bisogna demonizzare il sole, anzi, bisogna tenere a mente che fa molto bene ai bambini. E’ proprio il sole a favorire la crescita armonica delle ossa. Quando è stimolata dal sole, infatti, la pelle sintetizza Vitamina D, scarsamente presente negli alimenti. Quest’azione proteggerebbe anche dalla comparsa di alcuni tumori.

Il sole è in grado di regolare il sonno, facendo anche bene all’umore e aiutando a guarire alcune malattie della pelle es. psoriasi.

Considera che, anche un semplice arrossamento della pelle che è stata al sole senza protezione, è da considerarsi come ustione di primo grado. Se appaiono delle vescicole piene di siero allora si parlerà di ustione di secondo grado. Se da piccoli ci si è scottati molto, da adulti si sarà più predisposti ai tumori della pelle.

Perciò, i bambini vanno esposti al sole ma con attenzione. Le ore centrali della giornata, ovvero dalle 11 alle 17 andrebbero evitate.

Il fattore di protezione va scelto alto o molto alto, fino a che la pelle non si è scurita. Poi si può passare ad un fattore medio. La crema va spalmata prima di esporsi al sole, in modo uniforme. L’applicazione andrebbe ripetuta ogni due ore.

L’esposizione diretta al sole dovrebbe essere graduale. Inoltre, sono in molti dermatologi a sconsigliare l’esposizione diretta al sole per i bambini inferiori ad un anno di età. Gli effetti benefici del sole si riscontrano anche all’ombra.