Home News Il Fisco va in vacanza? Ecco la sospensione feriale fino al 20...

Il Fisco va in vacanza? Ecco la sospensione feriale fino al 20 agosto e le scadenze fiscali

CONDIVIDI

Il Fisco va in vacanza per qualche giorno: la sospensione feriale delle scadenze fiscali è prevista fino al 20 agosto 2020.

fisco scadenze fiscali agosto

Si tratterà di un brevissimo lasso di tempo di stop per Partite IVA e non solo, che porta all’accumularsi di numerose scadenze fiscali alla fine del mese.

Nel periodo di Ferragosto sono sospese tutte le scadenze fiscali: l’articolo 37 del decreto legge n. 233 del 2006, al comma 11-bis, prevede che tutti gli adempimenti fiscali ed i versamenti in scadenza tra il 1° ed il 20 agosto di ogni anno sono di fatto prorogati al 20 agosto, senza applicazione di alcuna maggiorazione.

Pertanto, anche il versamento degli F24 in scadenza il 16 slitta automaticamente al 20 agosto.

Fisco, sospensione feriale e scadenze fiscali 20 agosto 2020

Il 20 agosto è il primo appuntamento con il Fisco da segnare in rosso visto che si concentrano 199 versamenti, due comunicazioni e tre adempimenti contabili.

Tra gli adempimenti fiscali si concentrano: versamento della terza rata dell’Irpef relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%.

Si deve procedere con il versamento della seconda rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

Il 20 agosto si deve procedere con il versamento in unica soluzione o come 1° rata dell’Irpef relativa ai maggiori ricavi o compensi indicati nella dichiarazione dei redditi, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.

Si deve procedere con il versamento della 2° rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,33%.

Inoltre, si deve procedere con il versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.

Sempre in data 20 agosto si deve adempiere due comunicazioni:

  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferiti al mese precedente,
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese precedente.

Tra gli adempimenti contabili:

  • Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente,
  • ASD, Pro-loco ed altre associazioni devono annotare, anche con un’unica registrazione, l’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell’esercizio di attività commerciali, con riferimento al mese precedente,
  • Esercenti del commercio al minuto devono procedere con la registrazione, anche cumulativa, delle operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale, effettuate nel mese solare precedente.

Fisco, sospensione feriale e seconda scadenza fiscale 26 agosto ’20

Dopo la sospensione feriale la seconda scadenza fiscale del mese di agosto da ricordare e da segnare in rosso sul calendario è fissata per il 26 agosto.

Gli operatori intracomunitari devono procedere con la presentazione mensile degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE.

Fisco, sospensione feriale e terza scadenza fiscale 31 agosto ’20

Terza data da cerchiare in rosso sul calendario è il 31 agosto, ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 31 luglio 2020, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve).

Inoltre, il 31 agosto si concentrano ben quaranta versamenti tra cui: versamento terza rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,66%.

Inoltre, si deve procedere con il versamento della seconda rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2019 e di primo acconto per l’anno 2020, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo e con applicazione degli interessi nella misura dello 0,12%.