Home Lifestyle Vuoi essere felice? Prova il metodo giapponese ikigai!

Vuoi essere felice? Prova il metodo giapponese ikigai!

CONDIVIDI

L’origine della parola ikigai risale al periodo Heian (794-1185). Ma, nei fatti, in cosa consiste?

metodo ikigai per essere felici
metodo ikigai per essere felici

Psicologo clinico e avido esperto dell’evoluzione ikigai, Akihiro Hasegawa ha pubblicato un documento di ricerca nel 2001 in cui ha scritto che la parola “gai” deriva dalla parola “kai” che si traduce in “conchiglia” in italiano.

Durante il periodo Heian, le conchiglie erano estremamente preziose, quindi l’associazione di valore è ancora intrinsecamente vista in questa parola.

Può anche essere visto in parole giapponesi simili come hatarakigai, (働 き が い) che significa valore del lavoro o yarigai ~ ga aru (や り 甲 斐 が あ る), che significa “vale la pena farlo”.

Ikigai: la via per la felicità

Ikigai è ciò che ti fa alzare ogni mattina e ti fa andare avanti. Gai è la chiave per trovare il tuo scopo o valore nella vita.

Il modo migliore per incapsulare davvero l’ideologia generale di ikigai è guardare il diagramma di ikigai Venn che mostra le quattro qualità principali sovrapposte: ciò in cui sei bravo, ciò di cui il mondo ha bisogno, ciò che puoi pagare, e, naturalmente, ciò che tu ami.

ikigai
ikigai

Riducendolo alla sua teoria più elementare, è nel crossover di questi punti che si trova Ikigai.

Perché ikigai è importante?

Molti sociologi, scienziati e giornalisti hanno studiato e ipotizzato l’utilità e la verità dietro questo particolare fenomeno e sono giunti a una serie di conclusioni molto interessanti.

Una teoria particolare è che ikigai può farti vivere più a lungo e con più direzione.

Lo studio del programma tv giapponese

Nel settembre 2017, il popolare programma televisivo giapponese Takeshi no katei no igaku ha collaborato con un gruppo di scienziati per condurre ricerche nella piccola città di Kyotango a Kyoto.

Si tratta di un luogo orgoglioso di avere una popolazione che ha tre volte più residenti oltre l’età i 100 anni, rispetto alla media del resto del paese.

Il programma voleva sapere quali aspetti comuni avevano queste persone anziane felici nella loro vita quotidiana e così hanno seguito sette persone tra la fine degli anni ’90 e l’inizio dei primi anni 2000 dalla mattina all’alba, facendo esami del sangue e altri controlli sanitari.

Ciò che hanno trovato interessante è che tutte e sette le persone avevano cifre eccezionalmente alte di DHEA, un ormone steroideo secreto dalle ghiandole surrenali che molti credono possa essere il miracoloso “ormone della longevità“.

È interessante notare che, mentre il programma seguiva quegli uomini e donne, ha trovato una sola cosa che tutti avevano in comune: un hobby che praticavano ogni giorno.

Una donna alla fine degli anni ’90 è stata vista passare alcune ore ogni giorno a scolpire maschere tradizionali giapponesi, un altro uomo dipingeva, un altro ancora andava a pescare ogni giorno.

Anche se la correlazione tra avere un hobby che ami e l’aumento del DHEA deve ancora essere provata scientificamente, il programma ha suggerito che avere un hobby che ti impegna e ti tiene concentrato, dà un senso di soddisfazione nella vita che può aumentare il DHEA.

Dove viene praticato l’Ikigai?

Okinawa, l’isola meridionale al largo del Giappone continentale, è caratterizzata da uno dei rapporti più alti tra centenari e popolazione.

Okinawa è anche un focolaio di ideologia ikigai. Anche qui il clima mite, la dieta sana e il basso livello di stress sono fattori importanti.

Ma è la popolazione attiva dell’isola di residenti non pensionati e motivati ​​che li collega ad altre comunità di lunga durata in Sardegna, Italia e Icaria, in Grecia.

Nel 2010, lo scrittore Dan Buettner ha pubblicato un libro intitolato Blue Zones: Lessons on Living Longer from the People’s Lived the Longest, in cui ha studiato aree del mondo, dove vivono i residenti più longevi (inclusa Okinawa).

Quello che scoprì fu che l’ikigai, ossia avere uno “scopo nella vita” era un forte legame.