Home Salute & Benessere I benefici e gli effetti collaterali del tè al crisantemo

I benefici e gli effetti collaterali del tè al crisantemo

Se siete stanchi di bere sempre lo stesso tè, potete provate il tè al crisantemo, un tè più originale che si ottiene dai fiori di crisantemo.

Forse vi  state chiedendo cosa sia e se questo tè abbia benefici o rischi per la salute. In questo caso, basterà leggere questo articolo per conoscere tutto sul tè al crisantemo.

Cos’è il tè al crisantemo?

Il tè al crisantemo si ottiene dai fiori di crisantemo. Il suo sapore delicato è simile a quello della camomilla. I fiori di crisantemo si trovano principalmente in Asia orientale e appartengono alla specie Chrysanthemum indicum.

Per fare il tè al crisantemo, in una pentola o tazza da tè, si fa bollire l’acqua e si mettono i crisantemi nel contenitore. La temperatura è mantenuta tra i 90 e i 95 gradi Celsius.

Il colore della bevanda può variare dal giallo pallido al giallo brillante. Questo tè è molto popolare in Cina. In Cina è tradizionale rimettere l’acqua calda con i crisantemi nella tazza di tè appena bevuta. Naturalmente, questo prodotto non sarà così forte come il tè ottenuto la prima volta.

Fiore d’autunno proprietà e controindicazioni

Nella cultura cinese, ogni fiore ha un valore simbolico e i crisantemi rappresentano il rispetto e l’onestà, nella medicina tradizionale cinese è apprezzato per le sue proprietà antinfiammatorie e rilassanti.

Inoltre questa pianta è una fonte naturale di flavonoidi, antociani, e altri composti antiossidanti. Questo fiore è conosciuto con un altro nome, il fiore d’autunno. Questo nome viene dato ai fiori di crisantemo perché sopravvivono all’inverno e all’autunno, quando gli altri fiori appassiscono e muoiono, sono dei fiori buoni per la salute nella stagione fredda in quanto gli viene attribuita un’attività antipiretica, antiartritica, sedativa e antiallergica.

Inoltre le naturali proprietà antibatteriche e antinfiammatorie del crisantemo possono essere anche utilizzate per fini estetici e impiegato in aromaterapia, in quanto abbassa la pressione sanguigna e favorisce il rilassamento.

Esistono numerose varietà di crisantemi, esistono diversi colori per ogni varietà ad esempio il tè al crisantemo bianco è utile per risolvere i problemi al fegato e agli occhi, mentre il crisantemo giallo è utile per disintossicare il corpo e per liberare le vampate di calore.

Alcune persone possono avere reazioni allergiche al crisantemo. In generale, se sviluppi allergie a denti di leone, margherite, girasoli e ambrosia, evita di consumare il tè al crisantemo.