Home Salute & Benessere I 10 fatti affascinanti che non conosci sugli ambidestri

I 10 fatti affascinanti che non conosci sugli ambidestri

CONDIVIDI

Una piccola parte della popolazione mondiale può usare entrambe le mani con le stessa abilità. Ecco la biologia alla base di questa fantastica abilità, oltre ad altre curiosità che non hai mai conosciuto.

Scrivere con mano destra e sinistra

Ce ne sono pochissimi

Le persone veramente ambidestri rappresentano solo l’1% della popolazione. Le persone che non hanno una mano dominante e possono usare entrambe le mani con uguale abilità, sono circa 1 su 100.

Ci sono un paio di varianti

La forma più rara di ambidenzia è quando le persone possono usare entrambe le mani con abilità forti, tutto il tempo.

Queste persone possono essere chiamate “ambidestre“, che significa “ugualmente valide per il lato destro e il lato sinistro”. Ci sono altre persone, tuttavia, che non hanno la stessa abilità con entrambe le mani ma che usano le loro mani destre per alcune cose e le loro mani sinistre per altre.

Un altro termine, “ambisinistre“, si riferisce a persone che non hanno una mano dominante e usano entrambe le mani, ma nessuna delle due mani è molto forte.

È tutto nella tua testa

Ambidestrismo indica che i lati destro e sinistro del cervello di quella persona sono praticamente simmetrici (il che è vero anche per i mancini!).

D’altra parte, le persone destrorse tendono ad essere dominanti del cervello sinistro.

Molti di loro hanno iniziato come mancini

Poiché i cervelli ambidestri e mancini sono così simili, è naturale che uno inizi come l’altro.

Per centinaia di anni, c’era una certa stigmatizzazione riguardo alla mancinizzazione, poiché la mano sinistra portava associazioni bibliche con stregoneria e demoni.

Molte persone mancine, dal Medioevo al XXI secolo, dovettero imparare a scrivere anche con la destra, diventando – nei fatti – abili con entrambe le mani.

Gli studi potrebbero non essere il loro forte

Sorprendentemente, anche se questa abilità è così connessa al cervello, le persone ambidestre tendono ad essere più in sintonia con le loro abilità fisiche rispetto a quelle mentali.

Può essere per questo motivo che tendono a comportarsi in modo più scarso nei test di intelligenza generale di quelli che preferiscono una mano sola.

In uno studio finlandese, i bambini di sette e otto anni hanno completato diversi test accademici. 87 degli 8000 partecipanti si sono trovati a proprio agio con entrambe le mani.

Gli studenti ambidestri avevano il 90% di probabilità in più rispetto a quelli di destra di lottare con problemi di matematica e avevano anche maggiori probabilità di avere difficoltà con il linguaggio.

Possono avere ADHD e schizofrenia

Nello stesso studio finlandese, gli adolescenti mancini e ambidestri avevano il doppio delle probabilità di mostrare segni di ADHD (bambini iperattivi con deficit di attenzione).

Tra gli adolescenti nello studio a cui era già stato diagnosticato l’ADHD, quelli ambidestri mostravano sintomi più gravi.

Il gene che contribuisce fortemente alla mancini, LRRTM1, aumenta anche il rischio di una persona di avere schizofrenia. Dal momento che il cervello di persone mancine e ambidestre sono così simili, le persone ambidestre sono a più alto rischio di essere sottoposte a questa condizione.

D’altro canto, gli schizofrenici hanno molte più probabilità di essere mancini o ambidestri rispetto al resto della popolazione.

Hanno competenze e la loro quota di rappresentanti famosi

La condizione tende a dare alle persone un grande vantaggio in attività come musica, arte e sport. Leonardo da Vinci, Ben Franklin e Albert Einstein sono alcuni degli ambidestri più famosi della storia.

(Franklin firmò la Dichiarazione di Indipendenza con la mano sinistra!) Adam Levine dei Maroon 5, pur non essendo totalmente ambidestro, scrive con la mano sinistra ma fa la maggior parte delle altre cose con la sua destra.

La pattinatrice Michelle Kwan e LeBron James sono solo due dei molti atleti esperti nell’uso di entrambe le mani.