Home News Huawei deve affrontare nuove sanzioni statunitensi che mettono a rischio gli utili

Huawei deve affrontare nuove sanzioni statunitensi che mettono a rischio gli utili

CONDIVIDI

Gli Stati Uniti hanno tagliato l’accesso a Huawei al segmento dei chip per computer, sferrando un colpo mortale al colosso tecnologico cinese.

huawei

Lunedì il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha annunciato nuove sanzioni che impediscono a qualsiasi azienda straniera di semiconduttori di vendere chip sviluppati o prodotti utilizzando software o tecnologia statunitensi a Huawei, senza prima ottenere una licenza per farlo.

Restrizioni già annunciate a maggio nei confronti della società a responsabilità limitata Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC).

Trump contro i colossi tech cinesi, si intensificano le sanzioni

È solo l’ultima mossa che il Presidente Donald Trump ha messo in atto per ostacolare l’attività delle aziende tech cinesi.

Nelle ultime tre settimane, l’amministrazione Trump ha minacciato di vietare le popolari app di proprietà cinese TikTok e WeChat e ha annunciato che potrebbe presto limitare le operazioni di Alibaba negli Stati Uniti.

Paul Triolo, capo della geotecnologia presso l’Eurasia Group, ha definito l’ultima restrizione statunitense

“un colpo letale per la più importante azienda tecnologica cinese”.

È “potenzialmente [lo] sforzo più serio da parte del governo degli Stati Uniti per soffocare la capacità dell’azienda di ottenere semiconduttori avanzati per tutte le sue linee di business”,

ha scritto Triolo in una nota aziendale lunedì.

Huawei si affida a semiconduttori di fabbricazione straniera per alimentare i suoi dispositivi di telecomunicazione 5G.

Funzionari britannici hanno citato l’incertezza sulla catena di fornitura dell’azienda come motivo chiave per bandire Huawei dalla rete 5G del Regno Unito il mese scorso.

Trump impone nuove sanzioni nei confronti di Huawei

Le nuove sanzioni statunitensi potrebbero minare lo sviluppo del business della telefonia mobile di Huawei.

La speranza di Huawei di poter fare affidamento su progettisti di chip di terze parti per continuare a realizzare smartphone “è stata delusa”, ha scritto lunedì in una nota Edison Lee, analista della società di brokeraggio Jefferies.

Le parole di Trump hanno trovato conferma in quelle del segretario al commercio Wilbur Ross, che ha annunciato il rafforzamento delle sanzioni Usa contro Huawei, estendendole a 38 sue filiali in 21 Paesi, per limitare l’accesso alle tecnologie americane.