Home News Hong Kong, guerra al Politecnico all’alba: tra esplosioni e lacrimogeni

Hong Kong, guerra al Politecnico all’alba: tra esplosioni e lacrimogeni

CONDIVIDI

Ancora paura ad Hong Kong per la guerra al Politecnico scattata all’alba e con tantissimi arresti nonché feriti

Hong Kong
Hong Kong

La situazione ad Hong Kong è sfuggita di mano con la guerra al Politecnico scattata all’alba e che sta portando numerosi disagi.

Cosa sta succedendo in Cina

Ore di grande paura e tensione in Cina, con il blitz da parte delle Forze dell’Ordine al Politecnico dove si erano asserragliati 200 manifestanti pro democrazia.

Una volta che la Polizia ha fatto irruzione all’alba, si sono sentite delle violente esplosioni all’interno delle varie stanze della struttura con l’arresto immediato di molti studenti.

Poco prima del blitz le forze dell’ordine hanno proceduto con gas lacrimogeni e idranti contro gli studenti esterni all’edificio, che hanno a loro volta risposto con delle molotov fatte in casa a suo di frecce e catapulte.

La Polizia ha dato loro un ultimatum che una volta scaduto ha fatto scattare il loro piano. Il cordone formato dagli stessi è tutto intorno all’edificio al fine che nessuno possa trovare una via di fuga e scappare: l’operazione è ancora in corso in questi minuti.

Il campus è in fiamme

Le prime indiscrezioni che arrivano dai media locali non sono rassicuranti, infatti i cecchini della polizia hanno mandato avanti una azione composta da lacrimogeni dall’edificio che si trova davanti all’Università.

Alcuni studenti hanno incendiato l’ingresso del Politecnico per rallentare l’avanzata del blitz ma ora il campus è in fiamme in quanto propagatosi in pochissimi minuti.

La Polizia ha così deciso di rallentare e permettere agli studenti di uscire per consegnarsi direttamente, come da parole del rettore:

“siamo stati informati della sospensione temporanea dell’uso della forza”

Con la condizione che sia paritaria, ovvero se i manifestanti non la useranno – non lo farà neanche la Polizia.

Una volta che gli studenti sono usciti dal Politecnico, sono stati travolti da gas lacrimogeni e proiettili di gomma. Gli agenti hanno ora sigillato la zona.