Home Lifestyle Guardare il mare è l’antidoto contro il malumore, lo conferma la scienza

Guardare il mare è l’antidoto contro il malumore, lo conferma la scienza

CONDIVIDI

Quanti di voi, appena finito il lockdown sono corsi a guardare il mare? Alcuni scienziati hanno dimostrato che osservarlo fa bene all’umore.

guardare il mare

Guardare il mare ha tanti benefici, tra questi, quello di renderci felici.

I benefici del mare

Guardare il mare fa bene e ce lo dice la scienza. Le onde che si infrangono sul bagnasciuga, i colori, i profumi, il mare è in grado di attivare la nostra felicità, anche soltanto guardandolo. Una condizione che, probabilmente, già molti di noi hanno sperimentato. Osservare il mare porta ad uno stato di benessere diffuso, in grado di coinvolgere sia il corpo che la mente. Il tutto sembra essere più efficace di una lezione di yoga.

Se vivi vicino al mare, dedica un po’ di tempo della tua giornata a guardarlo. Se invece, sei lontano recati in prossimità quando puoi.

Lo studio

Degli studi scientifici hanno confermato che, non appena una persona inizia a guardare il mare, si attiva uno stato di benessere: vengono liberate endorfine, la tensione e lo stress si allentano. In particolare, il ricercatore californiano dell’Accademia della Scienza della California, il professor Nichols, ha studiato gli effetti che ha l’acqua marina sui processi fisici e del cervello. Secondo il suo studio, il mare innescherebbe nell’uomo una rivoluzione individuale: ti apri al mondo, diventi fiducioso e creativo.

L’essenza della nostra mente, del nostro io, ovvero la mente blu, verrebbe attivata dal mare e dal suo sciabordio. Del resto, cromaticamente parlando, il colore blu conduce al relax e alla calma.

Su Environmental Psychology, invece, è stato pubblicato uno studio secondo cui si dimostra che, chi vive vicino al mare è più creativo e produttivo.

Un esercizio da fare a casa se si vive lontano dal mare

Per poter ricreare, seppur in parte, i benefici del mare a casa propria, è necessario isolarsi dai rumori. Bisogna scegliere come playlist su youtube i rumori del mare. Bisogna indossare indumenti comodi, togliendo indumenti costrittivi. Si può stare sdraiati oppure seduti. L’ideale sarebbe far entrare la luce dalla finestra e chiudere gli occhi immaginando di trovarsi in spiaggia. Si tratta di un vero e proprio esercizio di immaginazione in cui, immagine dopo immagine, ricostruirai nella tua mente un fondale marino, gli scogli, le conchiglie etc.