Home News Greta Thunberg, lo sciopero per il clima durante la pandemia da Covid...

Greta Thunberg, lo sciopero per il clima durante la pandemia da Covid 19

CONDIVIDI

Lo sciopero di Greta per il clima ha visto una nuova forma, pensata per il covid 19. Ora ha deciso di lasciare un cartello ed un cappotto, condividendo le foto sui social.

greta sciopero clima covid

Lo sciopero di Greta per il clima si adatta alle restrizioni necessarie per contenere il contagioda covid 19. Il Fridays for Future diventa uno sciopero del tutto virtuale. Venerdì 24 aprile si è tenuto il quinto sciopero globale per il clima che ha coinvolto 161 paesi. Sono state postate migliaia di foto e video geolocalizzate di fronte ai vari ministeri che si occupano d’ambiente. Non poteva mancare Greta Thunberg, la famosa attivista svedese fondatrice di questo movimento.

Il tweet di Greta Thunberg

Greta ha avviato il suo skolstrejk för klimatet cioè lo sciopero scolastico per il clima. Nel suo tweet ha postato una foto semplice con il suo cappotto viola, le sue scarpe da ginnastica e l’abituale cartello

“Oggi abbiamo organizzato uno sciopero globale a cui hanno preso parte milioni di persone. Ma durante l’emergenza è necessario adattarsi e cambiare il proprio comportamento. La crisi climatica è ancora in corso e noi dobbiamo combattere ogni crisi.”

Dopo questo tweet, migliaia ragazzi ma non solo, hanno postato foto simili, con l’hashtag #globalstrikeonline in modo da poter corredare tutte le immagini ed i video. Alcuni hanno anche affisso striscioni, cartelli appesi poi sui terrazzi e sulle finestre, oltre che appenderli fuori dalle sedi dei governi, come ad esempio davanti al Reichstag come a Berlino.

La manifestazione in Italia

Anche il nostro paese ha partecipato. Anche con dibattiti online sui temi ambientali, con ricercatori ed esperti. Oltre 5.500 persone hanno partecipato allo sciopero virtuale davanti alla sede della presidenza del Consiglio. Per posizionare virtualmente i cartelli su Palazzo Chigi. A Milano i ragazzi di FFF hanno invece pensato a piantare semi sui terrazzi e nelle aiuole, oltre a consegnare la spesa nelle case degli anziani con una fascia verde al braccio.