Home Casi Grenfell Tower, dopo l’incendio il risarcimento ai parenti delle vittime: “È questo...

Grenfell Tower, dopo l’incendio il risarcimento ai parenti delle vittime: “È questo il valore dei nostri ragazzi?”

CONDIVIDI

Dopo il terribile incendio della Grenfell Tower, che ha portato via la vita anche Gloria e Marco, arriva il risarcimento e l’indignazione dei parenti.

Grenfell Tower, dopo l'incendio il risarcimento ai parenti delle vittime: "È questo il valore dei nostri ragazzi?"

Nessuno può dimenticare la strage dell’incendio della Grenfell Tower a Londra. Tra le vittime anche i due fidanzati italiani Gloria e Marco.

Il risarcimento alle famiglie delle vittime di Londra

Come si evince su Il Messaggero, sono stati offerti circa sessantamila sterline ai parenti delle due vittime di Londra Gloria Trevisan e Marco Gottardi. I due giovani architetti si erano trasferiti a Londra per un futuro insieme e migliore.

La somma è stata decretata nell’ambito delle trattative extragiudiziali in corso a Londra, tra i legali delle 72 vittime del terribile incendio.

Uno smacco secondo i parenti delle vittime che non hanno alcuna intenzione di accettare. Come evidenzia l’avvocato della famiglia Trevisan:

“Si parla di cifre che vanno dalle 10 alle 60mila sterline. È questo il valore dei nostri ragazzi perduti?”

Sempre come si evince dal quotidiano, l’avvocato Sandrin ha dichiarato:

“non accetteremo mai. qui qualcuno ignora lo choc psicologico di una famiglia che non solo non ha più la propria figlia ma che ha vissuto la morte in diretta sino all’ultimo istante”

Quel rogo infatti è stato vissuto da tutti in diretta. Non solo perché i due ragazzi sino all’ultimo secondo hanno inviato alla famiglia degli sms mentre erano intrappolati dentro quell’appartamento: erano stati gli stessi soccorritori a consigliare loro di non muoversi e attendere aiuto. Ma le fiamme hanno travolto tutto, senza lasciare scampo alle vittime.

Le famiglie dei due ragazzi hanno vissuto quell’incubo minuto per minuto:

“In Inghilterra è molto considerato il danno psicologico. il mio staff punta su questo aspetto perché quella notte i genitori di gloria tra ultime chiamate di addio e messaggi, hanno subito un vero e proprio choc”