Home Politica Governo, Renzi contro il Dpcm: “Chiederò a Conte di cambiarlo”

Governo, Renzi contro il Dpcm: “Chiederò a Conte di cambiarlo”

CONDIVIDI

Matteo Renzi non ci sta con il Governo e il nuovo Dpcm, intervenuto direttamente per chiedere a Conte di cambiarlo.

Governo, Renzi contro il Dpcm: "Chiederò a Conte di cambiarlo"

Il nuovo Dpcm del Governo non piace a molti e proprio Matteo Renzi chiede di correggere alcune parti che riguardano i commercianti.

Le parole di Matteo Renzi

Matteo Renzi nelle sue enews fa sapere che il Dpcm così come è stato fatto non va assolutamente bene. Non solo per gli scontri violenti di protesta che sono in corso in tutta Italia, ma anche per alcuni punti che non fanno bene ai cittadini e all’economia.

Il Leader di Italia Viva punta il dito contro la maggioranza -pur facendone parte – defininendosi sbigottito nonché sorpreso anche delle parole di Franceschini:

“servono 4T ovvero tamponi rapidi, terapie intensive, trasporti e tracciamento. queste cose dipendono dalle istituzioni e non dai cittadini”

Matteo Renzi evidenzia ancora che per il virus sia corretto rinunciare ad alcune libertà, ma chiudere luoghi di cultura è un grande errore mettendo nero su bianco che sia più facile il contagio in metropolitana. Non solo, linea dura anche contro la chiusura dei ristoranti alle 18:

“il covid fa più male che a pranzo? E per chi si era attrezzato vagono le stesse regole? ci rendiamo conto del danno economico devastante?”

Renzi bacchettato dalla Maggioranza

Se le parole di Renzi confermano quello che è il pensiero della maggior parte dei cittadini, la Maggioranza si oppone e lo bacchetta. Zingaretti in primis:

“È intollerabile che le forze di governo si schierino contro le decisioni prese insieme al consiglio dei ministri. penso non siano mai stati seri quei partiti”

Anche Andrea Orlando si schiera contro queste parole di Renzi facendo emergere quanto non sia corretto contestare queste decisioni quando se ne fa parte direttamente. Renzi chiederà a Conte di modificare questo decreto per i cittadini, ma la maggioranza non ci sta.