Home Politica Governo, il Pd insorge contro Giuseppe Conte per la prescrizione: “Si è...

Governo, il Pd insorge contro Giuseppe Conte per la prescrizione: “Si è schierato con il M5s”

CONDIVIDI

Altra tensione al Governo? Sembra proprio di sì dopo che il Premier Giuseppe Conte ha deciso di schierarsi con il M5s sul tema della prescrizione

Governo
Governo

Grande tensione al Governo sul tema della prescrizione e il Pd insorge contro il Premier Giuseppe Conte.

La riforma della prescrizione

La riforma della prescrizione è stata voluta dal M5s e ora si è creato un vero e proprio faccia a faccia in sede per la decisione di Giuseppe Conte:

“è giusto che ci sia la norma, gli effetti verrebbero a prodursi negli anni a venire”

Orlando non concorda ed evidenzia che mancano le soluzioni adeguate, mentre Marcucci avverte che non è il M5s a dettare i provvedimenti in agenda.

Una situazione che sta mettendo a dura prova una alleanza che, sino a oggi, non sembra essere andata nel migliore dei modi. Il Premier Conte però non ha dubbi in merito:

“sono convinto che con l’accordo di tutte le forze politiche troveremo una soluzione”

L’opinione del Pd su Governo

Il Pd non ha preso bene le parole del Premier e si è scagliato contro tanto che la Rotta fa sapere tramite Twitter:

“la proposta di prescrizione così come è stata pensata dai grillini è irricevibile”

Concorde anche il vicecapogruppo Pd alle Camere – Bordo – che spiega che queste garanzie presentate con assicurazione di processi rapidi non sono soddisfacenti:

“ribadiamo quindi l’invito a rinviare l’entrata in vigore della prescrizione”

Le parole di Forza Italia

Sirucasano di Forza Italia, deputato alla Camera, ha definito tutto questo un vero e proprio horror:

“bonafede continua senza una pausa di buonsenso”

Soprattutto in vista del primo gennaio dove la riforma del processo penale sembra non aver ancora una definizione, per garantire delle tempistiche rapide ai processi.

Per la Gelmini le due forze della maggioranza sembrano aver alzato bandiera bianca:

“questo è un governo pericoloso”