Home Spettacolo “Sta scappata di casa!”. Giovanni Ciacci, brutale sfottò alla fidanzata di Ronaldo:...

“Sta scappata di casa!”. Giovanni Ciacci, brutale sfottò alla fidanzata di Ronaldo: servizio ferocissimo

CONDIVIDI

All’interno della sua rubrica di moda “Le pagelle del Prof. Ciacci”, lo stylist dei vip Giovanni Ciacci ha espresso giudizi lapidari sull’ultimo look esibito da Georgina Rodriguez, fidanzata di Cristiano Ronaldo.

Giovanni Ciacci e Georgina Rodriguez

Insegnare lo stile e il buon gusto sembra un compito così severo e tedioso. Sì, lo è solo per chi non ha competenze nel settore. All’interno di Ogni Mattina, il morning show di Tv8, il costumista ed esperto di stile Giovanni Ciacci cura la sua rubrica “Le pagelle del Prof Ciacci”.

Ogni giorno il quarantanovenne toscano, dotato di una spietata e innata vena polemica, cattura l’attenzione del pubblico di Ogni Mattina e, nello studio televisivo di Tv8, dispensa critiche sull’abbigliamento dei personaggi dello star system.

Ogni Mattina, Giovanni Ciacci asfalta il look di Georgina Rodriguez

Nell’ultima puntata di Ogni Mattina, trasmessa lunedì 24 agosto, l’irriverente stylist ha analizzato l’ultimo outfit esibito da Georgina Rodriguez, fidanzata del noto attaccante della Juventus Cristiano Ronaldo. La ventiseienne argentina, in occasione di un evento mondano, ha sfoderato un abito tempestato di loghi di un celebre marchio di abbigliamento.

“Adesso mi inimicherò tutte le case di moda… Io le cose con le griffe a questa maniera le trovo tanto burine! Sono proprio cafone, burine… Dillo come ti pare!”

Secondo il parere di Giovanni Ciacci, la fidanzata di Cristiano Ronaldo sarebbe succube di tutto ciò che è griffato e firmato. Riferendosi direttamente a Georgina Rodriguez, lo stylist dei vip ha sentenziato così:

“Ma dove vai tutta “logata”?? Sembri una pubblicità vivente!!! Sta scappata di casa! Anzi, scappata di barca! (…in questi giorni)”

Giovanni Ciacci ha apostrofato Georgina Rodriguez come una vera e propria “scappata di casa”, poichè ritiene che il trend della logomania sia da cafoni, fuori luogo e kitsch. Lo stylist toscano aborra l’ostentazione delle griffe e la considera estremamente volgare.