Home Personaggi Gino Paoli, tutto sull’ex di Ornella Vanoni: ‘Il grande amore della sua...

Gino Paoli, tutto sull’ex di Ornella Vanoni: ‘Il grande amore della sua vita’

CONDIVIDI

Chi è Gino Paoli, vediamo tutte le curiosità relative al celebre cantautore italiano, grande amore di Ornella Vanoni

Gino Paoli

Scopriamo insieme tutti i segreti di Gino Paoli, dall’infanzia al successo nel mondo della musica italiana, dalla vita privata turbolenta all’attuale matrimonio, fino ad arrivare alla nascita dei figli, ai quali è molto legato.

Chi è Gino Paoli

Nasce a Monfalcone, il 23 settembre del 1934 sotto il segno zodiacale della Bilancia. Cantante e autore della musica italiana, è stato interprete di celebri brani quali Il cielo in una stanza, Senza fine, La gatta, Sapore di sale, Una lunga storia d’amore, Quattro amici, ecc.

Ha partecipato a 7 edizioni del Festival di Sanremo e ha alle spalle centinaia di collaborazioni di rilievo.

Vita privata e curiosità

La vita privata di Paoli spicca soprattutto per le sue relazioni sentimentali alquanto turbolente. La prima moglie di Gino Paoli è stata Anna Fabbri, da cui nel 1964 ha avuto il figlio Giovanni Paoli.

All’epoca, era esploso lo scandalo per la sua relazione adulterina con Stefania Sandrelli: l’attrice ai tempi era ancora minorenne. La donna, da quel rapporto, mise alla luce Amanda Sandrelli.

Molto discussa anche la sua storia d’amore con Ornella Vanoni, definita come una delle donne più importanti della sua vita. Poi il cantautore sposa Paola Penzo nel 1991, che gli ha dà la gioia di altri due figli: Nicolò (1980) e Tommaso (1992).

Chi è la moglie di Gino Paoli

Non si hanno molte informazioni relative all’attuale moglie di Gino Paoli, Paola Penzo. Pare che la donna sia stata autrice di alcuni dei suoi brani e vada molto d’accordo con la ex di lui, l’attrice Stefania Sandrelli.

Gino Paoli figli

La coppia vive la relazione amorosa con grande intensità e vive insieme a Genova, nella casa che è il nido per i propri figli, che vengono a trovare i genitori tutte le volte che possono.