Home Spettacolo Gigi Proietti, il grave rifiuto ricevuto prima di morire: uno sgarro doloroso

Gigi Proietti, il grave rifiuto ricevuto prima di morire: uno sgarro doloroso

CONDIVIDI

Un netto rifiuto quello ricevuto da Gigi Proietti: l’aneddoto è venuto fuori solo a poche settimane dalla morte del grande attore romano.

Gigi Proietti ci ha lasciati da poco tempo e la sua assenza, nel mondo dello spettacolo, è tangibile ed incolmabile.

Gigi Proietti, la verità dopo la morte

È stato uno degli attori più amati, sia del teatro che del cinema: un vero mattatore la cui vita è stata ricca di insegnamenti ed eventi particolari.

Tra questi, c’è il “rifiuto” che ha avuto sempre da Sagitta Alter, grande amore dell’attore e madre delle due sue figlie. Che cosa è successo tra i due?

Gigi Proietti, il rifiuto di Sagitta Alter

Tra le tante storie che si possono raccontare sulla vita di Gigi Proietti, c’è sicuramente quella – alquanto particolare – che riguarda Sagitta Alter, madre delle sue figlie.

Tra loro, c’è sempre stato un grande amore: un sentimento che è durato negli anni e che ha portato l’attore e la Alter a creare una splendida famiglia.

Il “rifiuto” stava nel fatto che Sagitta non ha mai voluto convolare a nozze con Proietti. Una presa di posizione che è stata, tuttavia, condivisa dall’attore romano, che non l’ha mai pressata per il matrimonio.

Gigi Proietti e Sagitta Alter, il perché del mancato matrimonio

I due erano, dunque, d’accordo sulla decisione di non sposarsi. In molti si sono chiesti il perché di tale scelta, visto che stavano bene insieme e che avevano creato anche una famiglia.

La risposta è proprio tutta qui: Sagitta ha sempre pensato che il loro amore non andasse necessariamente certificato, in quanto era puro e reale.

Un documento sottoscritto da entrambi non avrebbe dato maggiore valore alla loro unione, era semplicemente un atto burocratico.

Non c’era, dunque, da parte di entrambi, l’esigenza di effettuare il grande passo, in quanto si amavano e si ameranno per sempre, al di là di ogni formalità scritta.