Home Spettacolo GF Vip, Alfonso Signorini bastona Tommaso Zorzi: lui si infuria e lo...

GF Vip, Alfonso Signorini bastona Tommaso Zorzi: lui si infuria e lo insulta in diretta

CONDIVIDI

Alfonso Signorini è indeciso: fa un passo in avanti e uno indietro. Dice di essere “Zorzi dipendente” ma poi lo bastona sulla battuta di cattivo gusto su Gabriel Garko e Adua Del Vesco.

Tommaso Zorzi al Grande Fratello Vip 5

La guerra tra Tommaso Zorzi e Alfonso Signorini è appena iniziata. L’ultima mossa sporca dell’influencer milanese la rivela il conduttore in diretta al Grande Fratello Vip 5.

Dopo la battuta di cattivo gusto pronunciata da Zorzi su Adua Del Vesco e Gabriel Garko (“Chi dei due porta la gonna?”), Alfonso Signorini si è sentito autorizzato a redarguire il concorrente:

“Quando tu dici che su te stesso puoi dire quello che vuoi, e che non vuoi che gli altri ti chiamino al femminile, come puoi pensare di dire che vuoi sapere chi indossa la gonna tra Adua e Garko? Ci deve essere coerenza. Non fa ridere nessuno quella battuta lì

Anche l’opinionista Pupo non ha gradito la pungente boutade di Tommaso Zorzi:

“…Quando cominceremo a vedere la persona e meno il personaggio?”

GF Vip, Tommaso Zorzi perde il self control e dà in escandescenze

Quando Alfonso Signorini ha chiuso il collegamento con la casa, il permaloso influencer si è imbufalito e ha esclamato:

“A sto gioco non gioco più. Ora mi dicono che sono omofobo?? Ma non c’entrava nulla… Se questo è il gioco me ne vado ora. Se dobbiamo rovinare la vita della gente per fare due punti in più di share allora no!”

GF Vip, Alfonso Signorini chiarisce con Tommaso Zorzi

Dopo il rigido sermone, il conduttore si è ricollegato con la casa e, rivolgendosi a Tommaso, ha specificato:

“Non stiamo facendo un processO a te, Lasciami finire. Se sei nella casa è perché ti abbiamo voluto e crediamo in te. Su determinate ironie, uno viene meno bene… È giusto per far chiarezza, dire le cose come stanno e avere il buonsenso di dire che alcune cose non vengono bene. Nessuno ti vuole processare, Bisogna avere un minimo di senso critico”