Home Spettacolo Gerry Scotti ‘La valletta è svilente’: la verità sulle Letterine oggi, a...

Gerry Scotti ‘La valletta è svilente’: la verità sulle Letterine oggi, a distanza di anni da Passaparola

CONDIVIDI

Gerry Scotti rivela in un’intervista cosa pensa di Celentano e del ruolo delle vallette in TV, le parole forti del conduttore

Gerry Scotti intervista contro le vallette nei quiz
Gerry Scotti

Nell’intervista al Corriere Gerry Scotti parla dei suoi game show e di Celentano, le rivelazioni del conduttore più amato della tv

Il nuovo game show di Canale 5

La fascia preserale di Canale 5 ospita solitamente game show travi più seguiti della tv.
I presentatori storici come Paolo Bonolis e Gerry Scotti si alternano alla guida di programmi sempre seguitissimi.

Attualmente in onda con Caduta Libera proprio Gerry Scotti ha parlato in un’intervista al Corriere della Sera del suo prossimo game show che andrà in onda a partire da lunedì 18 novembre.

“Conto alla Rovescia”, così si chiamerà il nuovo preserale di Canale 5 i onda tutti i giorni dalle 18.45 promette già un avvincente quiz che coinvolgerà gli spettatori.

Scotti spiega che non gli dispiace occupare la fascia preserale:

“io ho trovato la pace dei sensi nel preserale. Non sono uno di quelli che si sente sminuito se non va in prima serata”

L’intervista fiume di Gerry Scotti

Al Corriere Scotti rivela inoltre cosa pensa dei game quiz e del ruolo delle vallette, una volta molto presenti negli show come quelli che presentava lui, ad esempio Passaparola.
Da quel ruolo sono nate stelle come Ilary Blasi o Silvia Toffanin ma oggi Gerry ammette che i tempi siano decisamente cambiati:

“Non è più tempo di vallette, è diventato un ruolo svilente per le donne”

E continua con una battuta:

“E poi le Letterine non saprei più a chi farle sposare”

il conduttore 63enne parla anche di Adriano Celentano, in TV per il suo show controverso, a cui Gerry ha preso parte come ospite.

Celentano lo ha bonariamente criticato proprio per i game show che conduce: secondo il molleggiato infatti i programmi in cui si regalano soldi non hanno un valore educativo.

Gerry commenta così al quotidiano la figura di Adriano:

“Celentano è un bambino di 80 anni, pieno di curiosità su tutto, una persona emozionata e affettuosa, proprio il genere di uomo che speravo che fosse”

E racconta di averlo conosciuto di persona proprio in occasione della partecipazione al suo programma che lo ha molto divertito e colpito.

“Mi auguro che la piacevolezza che ho provato io e non è venuta fuori nella prima puntata, possa emergere in quelle successive”

Speriamo che sia proprio così per il grande mito della Tv e della musica.