Home Casi Gemellini uccisi a Margno, il papà ha fatto sparire i telefonini: l’ultima...

Gemellini uccisi a Margno, il papà ha fatto sparire i telefonini: l’ultima telefonata della madre

CONDIVIDI

Non si trovano i telefonini dei due gemellini uccisi dal papà a Margno. È plausibile che l’uomo li abbia gettati in qualche radura, prima di compiere l’orrendo delitto.

gemellini uccisi margno
gemellini uccisi a Margno, fonte foto Facebook

Il racconto dell’ultima telefonata con i figli nelle parole di una madre, che non riesce a rassegnarsi al dolore. Sequestrato il pc di Mario Bressi. L’autopsia sul corpo dei due gemellini, uccisi nella notte tra venerdì e sabato, e su quello del papà, verrà eseguita domani.

La buonanotte ai figli

Li aveva sentiti verso le 10, per la buonanotte. Dopo quella telefonata il silenzio ed il buio. È l’ultima telefonata che Daniela Fumagalli, mamma dei due gemellini uccisi a Margno, ha avuto con i figli.

“Erano contenti”

ha raccontato la donna, come riferisce anche Tgcom24. I telefonini dei due bambini, però, non si trovano più. È plausibile che il papà, dopo averli uccisi, abbia gettato i cellulari in qualche dirupo.

Nella notte Mario Bressi ha inviato 3 messaggi whatsapp alla moglie, con cui si stava separando. Nell’ultimo messaggio, l’uomo avrebbe accusato la donna di aver rovinato la famiglia.

Daniela Fumagalli aveva chiesto la separazione dal marito, ma tra i due non sembravano esserci mai state tensioni che avrebbero potuto far presagire quanto sarebbe avvenuto.

Domani le autopsie

Gli inquirenti hanno sequestrato il pc di Mario Bressi, per capire se l’omicidio dei due gemellini sia stato premeditato. Ipotesi verso cui sembra propendere chi indaga sul caso.

Intanto, per domani è previsto l’esame autoptico sui 3 corpi. Dai primi accertamenti, il papà potrebbe aver strangolato Elena e soffocato Diego, forse dopo averli sedati.

Sarà l’autopsia a chiarire gli ultimi dettagli di una vicenda che ha lasciato sotto choc l’intera comunità di Gessate, dove l’intera famiglia Bressi viveva.

Dal giorno dell’omicidio è un andirivieni di adulti e bambini, che giungono sull’uscio di una casa ormai vuota, per lasciare un fiore o un bigliettino d’addio ai due fratellini.