Home News Futures sui BTp da record: il prezzo è vicino ai 148 punti...

Futures sui BTp da record: il prezzo è vicino ai 148 punti ai massimi da febbraio

CONDIVIDI

Prezzo dei Futures sui BTp da record: prosegue il trend rialzista sulla scia delle minori tensioni tra USA e Cina e dell’accordo sul Recovery Fund.

prezzo futures btp

Il prezzo dei Futures sui BTp è vicino ai 148 punti, ai massimi da febbraio: il trend rialzista iniziato a giugno si è consolidato alla fine di luglio.

Con uno scenario economico a livello europeo in miglioramento e una volatilità del comparto azionario in diminuzione, le quotazioni dei BTP italiani continuano a salire.

In questo contesto economico gli operatori dei mercati finanziari tornano ad investire ed a scommettere sul rialzo del prezzo dei BTP in futuro.

Record Contratti Futures sui BTp: prezzo a quasi 148 punti

Il prezzo dei contratti future sui BTp italiani con scadenza settembre 2020 è passato dai 140,23 punti ad inizio giugno ai quasi 148 punti.

La performance dei prezzi dei contratti futures sui BTp tricolore conferma la maggiore fiducia degli investitori nel privilegiare il comparto obbligazionario, vista la continua fluttuazione dei prezzi dell’azionario.

Grazie all’immissione della liquidità nei mercati ed al trend rialzista dei BTp, gli operatori economici tornano a scommettere sul futuro dei titoli obbligazionari italiani tramite l’acquisto contratti futures.

Analizzando il Social Mood on Economy Index, una misura del sentiment italiano sull’economia basata sui dati di Twitter, ISTAT mette in evidenza che la componente stagionale della serie presenta picchi positivi a dicembre e nel periodo fine marzo inizio aprile, ed un picco negativo nei mesi estivi.

Tra febbraio e aprile 2020 la componente di trend del Social Mood on Economy Index ha manifestato un’elevata interazione con la diffusione del COVID-19, registrando una forte flessione dal 18 febbraio alla seconda metà di aprile.

Nel secondo trimestre del 2020 la serie ha mostrato un andamento altalenante, segnando un trend rialzista fino alla fine di maggio, per poi subire una nuova flessione nei primi 10 giorni di giugno.

Nella seconda parte del mese di giugno la componente di trend dell’indice ha mostrato un andamento in crescita.