Home News Per salvare il furetto dall’estinzione l’America tenta la clonazione

Per salvare il furetto dall’estinzione l’America tenta la clonazione

CONDIVIDI

Il primo furetto clonato, Elizabeth Ann, è stato creato utilizzato le cellule di un esemplare vissuto quasi 30 anni fa.

furetto
La clonazione dovrebbe aiutare i furetti a rafforzare il loro dna.

Per la prima volta ad essere clonata è stata una specie a rischio d’estinzione. In America, infatti, è avvenuta la prima clonazione di un furetto dai piedi neri. Come detto, il tutto sarebbe stato fatto per consentire il proliferare della specie anche in futuro.

Elizabeth Ann è nata lo scorso dicembre da una madre surrogata

Ad avere l’onore di essere il primo furetto clonato è stata Elizabeth Ann, la quale è nata dalle cellule di Willa, un animale vissuto ben 30 anni prima. Nonostante la sua nascita sia stata rilevata al mondo solo adesso,  l’US Fish and Wildlife Service ha confessato come la clonazione risalga allo scorso dicembre.

I furetti dai piedi neri furono dichiarati estinti nel 1979

Una storia davvero tragica quella dei furetti dai piedi neri i quali erano stati dichiarati estinti nel 1979. Fortunatamente però, due anni dopo, nello Wyoming un piccolo proprietario di terreno scoprì una piccola popolazione sopravvissuta.

Da lì, quindi, inizio un vero e proprio piano di ripopolamento. Ad oggi tutti i furetti dai piedi neri, infatti, sono discendenti dai soli 7 esemplari rimasti. Nonostante il ritrovamento però, il rischio per i furetti è ancora molto alto.

Avendo, quindi, solo una minima variazione del pool generico, l’agenzia federale americana ha dichiarato come questi saranno maggiormente soggetti a malattie ed anomalia genetiche. Per questo motivo, quindi, si è deciso di provare la strada della clonazione, unico modo ad oggi di aumentare la diversità nel dna dei pochi furetti rimasti nel mondo.

Una manovra che dovrebbe rendere meno fragile la specie e che si spera sarà utile per la ripopolazione dell’animale, la quale non sembra ancora iniziata. Un compito davvero arduo per la piccola Elizabeth Ann il quale dovrà aiutare la sua specie a sopravvivere e ad iniziare una nuova espansione.