Home Salute & Benessere Frutto della passione, amico della pelle e del cuore. Proprietà benefiche

Frutto della passione, amico della pelle e del cuore. Proprietà benefiche

CONDIVIDI

Il frutto della passione ha un gusto esotico e intrigante, conosci tutte le sue proprietà benefiche? Fa bene a pelle, cuore e non solo.

proprietà benefiche del frutto della passione
frutto della passione

È facile innamorarsi del frutto della passione per il sapore unico e delizioso che ha ma sai quali sono tutte le sue fantastiche proprietà benefiche? Scoprile!

Essendo un frutto esotico non si trova ancora facilmente in Italia ma sta diventando sempre più apprezzato e diffuso.

Senza dubbio nei grandi supermercati e nei negozi specializzati ne troverete sempre un cestino fresco pronto per essere acquistato e gustato.

L’aspetto del frutto della passione, conosciuto anche come maracuja, è una pallina violacea che contiene una succulenta polpa gialla.

Fa bene mangiarlo spesso perché ricco di vitamine e minerali ma soprattutto è un valido aiuto per contrastare l’insorgenza di patologie cardiocircolatorie e non solo.

Si dice sia uno stimolatore della libido ed è per questo che la maracuja viene chiamata frutto della passione ma non ci sono studi scientifici che lo dimostrano.

Frutto della passione: proprietà benefiche e curiosità

La polpa profumatissima e succulenta del frutto della passione è la parte commestibile e benefica che dovreste mangiare più spesso.

Contiene un’alta percentuale di acqua, vitamine e minerali oltre ad essere un’ottima fonte di betacarotene e fibre alimentari.

I semi di questo fantastico frutto esotico sono normalmente impiegati nella preparazione di mangime per animali mentre dalla buccia del frutto si estrae un particolare olio usato nella cosmesi di alta qualità.
Possiede solo 97 kcal ogni 100g e rientra perciò nell’elenco dei frutti mediamente dietetici: da mangiare più spesso sì ma con moderazione.
È davvero squisito e viene maggiormente impiegato per realizzare ricette dolci ed esotici cocktail fruttati.
Come capire se la maracujà è pronta e matura per essere mangiata? Semplice, basterà mangiare solo quelle con:
  • la buccia violacea e ruvida
  • morbide al tatto
  • dal profumo inebriante

Anti-age, alleato del cuore e della digestione

La maracujà è un frutto anti-age cioè fortemente d’aiuto nel contrastare l’invecchiamento cellulare, specialmente quello della pelle.

È una generosa fonte di antiossidanti e aiuta quindi di riflesso a contrastare anche le malattie legate all’invecchiamento come disturbi pressori, cardiovascolari e neoplasie.

Essendo facilmente digeribile aiuta anche stomaco e intestino a ritrovare l’equilibrio: ricco di pectina favorisce il transito intestinale e previene la colite.

La pectina contenuta nella maracuja si tramuta in un rivestimento delle pareti dello stomaco una volta ingerita che aumenta il senso di sazietà e ritarda anche l’assorbimento di zuccheri e carboidrati.
Uno studio scientifico pubblicato nel 2012 da Nutrition Journal conferma che la maracuja ha degli effetti curativi e benefici per i soggetti che soffrono di diabete di tipo 2.
I risultati della ricerca hanno evidenziato come questo frutto riesca a ridurre l’insulino-resistenza in questi pazienti aiutandoli a controllare i livelli di glucosio nel sangue.
Mangiare più spesso il frutto della passione specialmente dopo i 50 anni è un’abitudine che tutti dovremmo abbracciare per godere delle sue proprietà benefiche.