Home News Franca Valeri, morta l’attrice di cinema e teatro: aveva appena compiuto 100...

Franca Valeri, morta l’attrice di cinema e teatro: aveva appena compiuto 100 anni

CONDIVIDI

Addio a Franca Valeri, l’attrice di cinema e teatro si è spenta questa mattina. Il 31 luglio scorso aveva compiuto 100 anni.

morta franca valeri

Il 2020 è stato un anno ricco di celebrazioni per lei: proprio quest’anno infatti aveva ricevuto il David di Donatello.

Morta Franca Valeri

È morta l’attrice Franca Valeri. Lo scorso 31 luglio l’attrice e volto televisivo aveva compiuto 100 anni. Nel 2020 le era stato consegnato il David di Donatello, il premio alla carriera.

Le sue collaborazioni, da Fellini a Monicelli, hanno segnato la storia del cinema italiano. Proprio pochi giorni fa l’Italia intera l’aveva omaggiata per i suoi 100 anni.

Nata in una famiglia di origine ebraica nel 1920 a Milano, Franca Valeri cresce negli anni non solo come attrice comica, ma anche come autrice di libri e commedie.

Nel 1943 il padre e il fratello di Franca Valeri sono costretti a rifugiarsi in Svizzera, per via delle leggi razziali, mentre l’attrice e sua madre restano a Milano.

Ad aiutarle è un amico di famiglia, che nasconde all’anagrafe la loro identità.

“Ancora mi chiedo come sia riuscita a salvarmi”,

aveva raccontato in una delle sue ultime interviste.

Nonostante l’opposizione iniziale di suo padre, che non voleva per lei la carriera artistica, la Valeri è cresciuta frequentando il teatro di prosa, appassionandosi anche a quello operistico musicale.

La carriera

L’esordio per l’attrice arriva nel 1947 con il personaggio di Lea Lebowitz, un’ebrea innamorata del rabbino.

Nel ’50 arriva la prima collaborazione con Federico Fellini in Luci della verità, cui seguirà poi una serie di film con Alberto Sordi e Totò.

Tanti i ruoli memorabili interpretati, dalla signorina snob alla sora Cecioni.

Nel 2000, ottantenne, recita accanto a Nino Manfredi in “Linda, il brigadiere e…”.

Nel 2009 aveva partecipato a una puntata de I Migliori Anni di Carlo Conti.