Home Salute & Benessere Assaggereste questo famoso formaggio italiano? Delizioso ma è stato classificato pericolosissimo

Assaggereste questo famoso formaggio italiano? Delizioso ma è stato classificato pericolosissimo

CONDIVIDI

Il formaggio più pericoloso è prodotto in Italia: provoca mal di pancia lancinanti, diarrea e crampi. Scopri cos’è il Casu Marzu.

Casu Marzu formaggio

Il formaggio più pericoloso che ci sia al mondo è italiano e viene prodotto in Sardegna: il Casu Marzu.

Casu Marzo, formaggio coni vermi

Il formaggio chiamato Casu Marzu oppure Casu Fràzigu è prodotto in Sardegna e ha una caratteristica che lo distingue dagli altri prodotti caseari. È fatto con latte di capra ed è riconosciuto dall’UE come il formaggio più pericoloso da mangiare.

Il processo produttivo tradizionale di questo formaggio è molto particolare: il risultato finale è un formaggio con dentro dei vermi vivi, delle larve di mosca per essere precisi.

Il processo di lavorazione tradizionale del formaggio Casu Marzu si apre con la lavorazione del latte caprino. La stagionatura delle forme di formaggio viene messa in atto grazie alla colonizzazione delle forme da parte delle larve di mosca del formaggio.

Queste larve sono anche conosciute come mosche casearie (Piophila Casei) e si nutrono del formaggio stesso in cui poi proliferano.
Grazie alle larve e agli enzimi che secernono all’interno della forma di formaggio la consistenza di questo prodotto caseario è davvero unica: cremosa e corposa, dal sapore pungente e inconfondibile.
Mangiare questo formaggio con i vermi vi procurerà quasi sicuramente diarrea, crampi addominali e forte mal di pancia.

Pericoloso per UE, DOP per la Sardegna

L’Unione Europea ha giudicato il Casu Marzu come il prodotto caseario più pericoloso al mondo. Ne ha perfino vietato la produzione con i classici metodi tradizionali sardi e la conseguente commercializzazione.

La motivazione per questo divieto è la violazione delle norme igienico sanitarie totalmente infrante nel processo produttivo tradizionale.

Il Ministero delle politiche agricole ha attribuito al Casu Marzu la qualità di prodotto agroalimentare tradizionale italiano potendo così derogare alle normali norme igienico sanitarie.

La Sardegna intende farlo presto diventare un prodotto a marchio DOP per poterne tutelare la denominazione d’origine.

Deiana assicura ai consumatori di Casu Marzu che mangiare un formaggio con larve vive all’interno non è salutare e comporta molti effetti collaterali indesiderati.

15 anni fa molti allevatori Sardi hanno iniziato una collaborazione con la facoltà di veterinaria dell’Università di Sassari per produrre questo formaggio cercando di rispettare quanto più possibile le norme igieniche. È stato così realizzato un allevamento di Piophila Casei in un ambiente totalmente controllato per migliorare la sicurezza igienico sanitaria del processo produttivo.