Home Cronaca Foggia, accoltellato durante una rapina nel suo bar: muore a 38 anni

Foggia, accoltellato durante una rapina nel suo bar: muore a 38 anni

CONDIVIDI

Non ce l’ha fatta il 38enne che era stato gravemente ferito all’occhio, nel suo bar “Gocce di caffè” lo scorso 17 settembre.

francesco traiano morto in ospedaleFrancesco Traiano aveva cercato di mettere in fuga i malviventi, ma nella colluttazione era stato colpito più volte all’occhio con oggetti contundenti. Proclamato per domani il lutto cittadino.

La rapina ed il ferimento di Francesco Traiano

Aveva tentato di mettere in fuga i ladri che si erano introdotti nel suo bar, ma era rimasto gravemente ferito ed è morto all’ospedale di Foggia, il 38enne ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Riuniti di Foggia.

Era il 17 settembre scorso quando Francesco Traiano, proprietario del bar Tabacchi in via Guido D’Orso, è stato sorpreso da 3 persone con il volto coperto, che lo hanno minacciato, intimandogli di consegnargli l’intero incasso. Traiano ha reagito alla rapina ed è stato brutalmente picchiato.

Tra la vittima ed i tre malviventi è nata una violenta colluttazione ed il 38enne è stato gravemente ferito.

Morto dopo 3 settimane di agonia: proclamato il lutto cittadino

Immediatamente soccorso dai sanitari del 118, le condizioni del 38enne sono apparse sin da subito molto gravi. Dopo 3 settimane di coma farmacologico, nel reparto di rianimazione dell’ospedale Riuniti di Foggia, Francesco Traiano è deceduto.

I 3 malviventi, che si sono dati alla fuga subito dopo la rapina, non sono ancora stati rintracciati. Il sindaco di Foggia, Franco Landella, ha proclamato il lutto cittadino per domani, 11 ottobre.

“Francesco ha pagato con la vita la scelta di non essere vittima della prepotenza e della sopraffazione”

è il messaggio commosso del primo cittadino.

La famiglia di Francesco Traiano nel 2013 era già stata colpita da un altro grave lutto. La sorella dell’uomo è infatti Giovanna Troiano, la donna uccisa dal marito di fronte alla chiesa della Beata Maria Vergine di Foggia.