Home Spettacolo ‘Flavio Insinna cacciato dalla Rai’: dopo la polemica, la richiesta fa discutere

‘Flavio Insinna cacciato dalla Rai’: dopo la polemica, la richiesta fa discutere

CONDIVIDI

Il conduttore de L’Eredità ancora al centro di accese polemiche. Lo vogliono fuori dalla Rai. La richiesta manda il web in rivolta. Tutti i dettagli.

Come è noto pochi giorni fa, il celebre e amato conduttore televisivo è stato al centro di un’enorme bufera mediatica.

Flavio insinna cacciato dalla rai? la richiesta dopo la polemica

Flavio Insinna durante una delle ultime puntate de L’Eredità andate in onda, avrebbe utilizzato a detta della FIDC, Federazione Italiana della Caccia, parole offensive e discriminanti verso la pratica e i cacciatori.

Parole tali da far scattare un’immediata denuncia da parte del Presidente della Federazione Massimo Buconi, il quale ha deciso di inviare una valutazione degli estremi per ‘intentare un procedimento legale’ per la violazione del codice etico fondato sull’imparzialità.

Ma quali sono state le conseguenze per l’amato conduttore de L’Eredità?

Flavio Insinna ‘cacciato’ dall’Eredità

E’ questo l’eco che risuona dalla bocca dei sostenitori e membri della FIDC dopo la denuncia di Massimo Buconi, alle parole del conduttore che durante il consueto appuntamento col suo game show, avrebbe pronunciato in diretta le seguenti parole:

‘La caccia non è uno sport’

una frase con la quale Flavio Insinna ha condiviso un suo libero pensiero sull’argomento.

Se da un lato abbiamo assistito all’indignazione e allo sgomento da parte dei sostenitori della pratica, che lo vuole fortemente fuori dalla Rai, dall’altro vi è stato l’appoggio di una enorme fetta di cittadini italiani, che hanno fondato su Twitter l‘hashtag #iostoconflavioinsinna.

Le parole del Consigliere di Amministrazione Rai

Tra i tanti nomi importanti che si sono schierati a favore del conduttore, c’è Riccardo Laganà, Consigliere di Amministrazione Rai, il quale pubblicamente su Twitter, si è dichiarato a fianco di Flavio Insinna, sostenendo a pieno il suo pensiero:

‘Assurdo che i cacciatori citino il codice etico Rai quando l’attività venatoria a mio avviso di etico ha ben poco’

ha scritto sulla sua bacheca social sottolineando altresì di essere contro la caccia.

Al momento dunque nessuna conseguenza per l’amato conduttore appoggiato fortemente dal suo pubblico. Si attendono, in riferimento, notizie ufficiali da parte dell’emittente in merito ad eventuali provvedimenti.