Home Spettacolo Flavio Insinna fa un annuncio inaspettato e commuove tutti – VIDEO

Flavio Insinna fa un annuncio inaspettato e commuove tutti – VIDEO

CONDIVIDI

Flavio Insinna

Il conduttore de L’Eredità ha pronunciato delle parole inattese, che hanno stupito moltissimo il pubblico televisivo.

Flavio Insinna non ce l’ha fatta a rimanere in silenzio e ha deciso di esporsi in prima persona, di fronte a migliaia di utenti sul web che lo seguono da anni.

Il conduttore ha fatto delle dichiarazioni che nessuno si sarebbe mai aspettato e ha commosso tutti i suoi followers, colpiti dalle sue parole.

Flavio Insinna, l’impegno civile costante

Insinna è uno dei conduttori più amati della televisione italiana. Flavio è anche una persona apprezzata da tutti, che ha dato spesso prova della sua umanità.

Pochi giorni fa, ha postato una foto sul suo profilo Instagram, che lo ritrae assieme ai volontari di Emergency, a sostegno della loro campagna attiva da Roma a Catanzaro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Flavio Insinna (@flavioinsinna_)

La foto ha fatto il pieno di likes e si è rivelato l’ennesimo gesto sensibile a sostegno dei meno fortunati del conduttore televisivo italiano.

È un video, però, a stupire i suoi 125 mila followers.

Il video inaspettato: “Chiedo giustizia”

Poche ore fa, Flavio Insinna ha postato un video tramite cui ha lanciato un messaggio che ha stupito tutti.

Si tratta di un discorso indirizzato al Governo e all’ambasciata, con il quale chiede giustizia per Giulio Regeni:

“Cinque anni fa #GiulioRegeni veniva rapito, per essere torturato e poi ucciso dai servizi segreti egiziani. Ci uniamo alla famiglia per chiedere #veritaegiustiziaperGiulio.”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Flavio Insinna (@flavioinsinna_)

Le parole del conduttore hanno commosso i suoi followers, che hanno scritto commenti come

“Bravo Flavio…chiediamo giustizia per Giulio🙏😔”

I fan di Insinna sperano che il suo appello venga ascoltato e che finalmente venga fuori la verità per il giovane connazionale assassinato in Egitto cinque anni fa.