Home Cronaca Festa di compleanno in Autogrill: 15 persone si ritrovano sull’A14 per il...

Festa di compleanno in Autogrill: 15 persone si ritrovano sull’A14 per il party

CONDIVIDI

Quello che sembrava uno scherzo si è davvero realizzato in un autogrill sull’A14 Bologna-Taranto, all’altezza di Acquaviva delle Fonti.

festa autogrill

Una quindicina di persone si sono ritrovate per festeggiare il compleanno di una di loro.

Aggirano le restrizioni anti-covid e festeggiano in autogrill

Hanno cercato di aggirare le restrizioni anti-covid contenute nell’ultimo Dpcm firmato lo scorso 25 ottobre dal premier Giuseppe Conte. È per questo che una quindicina di persone si sono ritrovate in un autogrill sull’autostrada A14, all’altezza di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari.

Come riferisce anche l‘Huffington Post, infatti, nell’ultimo Dpcm gli autogrill sono esenti dalle restrizioni di orario e consumazione sul posto. Nelle aree di servizio, infatti, non c’è l’obbligo di chiusura alle 18, come stabilito per bar e locali, e non vige neanche il divieto di consumare pasti e bevande sul posto.

La famiglia di Bari ha deciso così di organizzare la festa di compleanno proprio nell’area di servizio. Il tutto immortalato e documentato sui social. La festa si è svolta ieri, giovedì, 29 ottobre.

La famiglia barese non è stata l’unica ad aver scelto questa insolita location per celebrare una ricorrenza come il compleanno di un familiare. Diverse sono infatti le segnalazioni di persone che hanno scelto di festeggiare nelle varie aree di servizio sparse sul territorio italiano.

Le regole del nuovo Dpcm

Nel nuovo Dpcm, sottoscritto lo scorso 25 ottobre, si stabilisce, come già anticipato, che bar e locali chiudano alle 18. Ad ogni tavolo, saranno consentite soltanto 4 persone, a meno che non si tratti di conviventi.

L’asporto e le consegne a domicilio sono consentiti fino alle ore 24:00. Non sono pi consentiti i festeggiamenti dopo le celebrazioni religiose, quali matrimoni.

Sale bingo, teatri, parchi divertimento, cinema e sale da concerto restano chiusi, così come palestre e piscine. Favorito lo smart-working, anche per le aziende private.

Le lezioni continueranno a distanza per il 75% degli studenti delle scuole superiori.