Home News Ferrari, Elkann annuncia entro il 2030 un’auto full electric

Ferrari, Elkann annuncia entro il 2030 un’auto full electric

CONDIVIDI

Durante la conference call dei risultati del 2020 Elkann ha annunciato l’arrivo entro 10 anni di una Ferrari a zero emissioni.

Ferrari
La scuderia nel 2020 ha ricevuto il Certificato di Pari Stipendio.

Un annuncio davvero importante quello fatto da John Elkann, amministratore delegato e presidente ad interim della Ferrari. Durante la conference call di presentazione dei risultati del 2020 della società, infatti, ha parlato dell’arrivo di una Ferrari totalmente elettrica entro 10 anni.

Le nuove vetture sono state presentate online nel 2020

Un’operazione resa possibile anche dagli sforzi fatti negli anni passati dalla scuderia del cavallino rampante. Quest’anno, come ribadito dal presidente, è stato un anno diverso anche per la scuderia più famosa di Italia che ha optato per una presentazione online delle Ferrari Portofino M, della SF90 Spider e della 488 GT Modificata.

Dei risultati che hanno compiaciuto molto Elkann che ha ribadito come la Ferrari abbia il catalogo più bello, innovativo ed ampio della sua storia. Non solo, per il delegato il covid è stata una sfida che ha permesso di scoprire all’azienda le proprie forze e debolezze.

La Ferrari ha attivato un programma per salvaguardare i dipendenti

Da premiare, inoltre, l’iniziativa messa in campo dalla Ferrari, il programma Back on Track. Quest’ultimo si poneva come obiettivo la salvaguardia della salute dei dipendenti al riavvio della produzione delle auto.

“Con questo programma l’azienda continua a prendersi cura della sua risorsa più preziosa, le persone, facilitando la vita lavorativa più sicura e senza preoccupazioni”.

Non solo, Elkann ha ribadito come nel corso delle sette settimane di chiusura degli stabilimenti la Ferrari non abbia ricevuto alcun programma di aiuti statali per continuare a pagare gli stipendi completi di tutti quei dipendenti che non sono in grado di ricorrere al lavoro a distanza.

Infine, il 2020 è stato anche l’anno in cui la scuderia ha ricevuto il Certificato di Pari Stipendio di riconoscimento dello stesso compenso tra donne e uomini per ruoli e lavori equivalenti, la prima azienda ad ottenerlo in Italia.