Home News Ferragamo dice addio alla pelle di canguro: l’Italia resta il primo importatore

Ferragamo dice addio alla pelle di canguro: l’Italia resta il primo importatore

CONDIVIDI

Dopo Versace, anche la nota casa di moda Ferragamo rinuncia ad utilizzare la pelle di canguro per i suoi tessuti.

ferragamo dice addio pelle di canguro

L’augurio è che la decisione dell’atelier possa spingere al divieto totale nel nostro Paese.

Ferragamo dice no alla pelle di canguro

Una grande svolta quella messa in atto dalla casa di moda Ferragamo, che ha deciso di rinunciare all’utilizzo della pelle di canguro per i suoi tessuti.

Come riferisce anche Greenme, dopo Versace, anche Ferragamo si muove quindi in una direzione che potrebbe servire da monito anche per le altre grandi firme dell’alta moda.

Italia primo importatore europeo di pelle di canguro

Di certo c’è che il nostro Paese resta il primo importatore di pelle di canguro, una pratica che non è solo violenta, ma anche pericolosa dal punto di vista igienico.

Infatti, la caccia a questi animali, per produrre carne e pelli, è non soltanto molto brutale, ma anche igienicamente pericolosa, per via delle infezioni che potrebbero portare con sé le carcasse dei canguri, non solo nel trasporto, ma anche nella macellazione.

“Lo scorso anno abbiamo denunciato la drammatica realtà di produzioni che utilizzano pelle di canguro. L’attuale contesto di emergenza internazionale Covid19 impone un’ampia riflessione sul legame tra virus e animali selvatici”

è il commento di Simone Pavesi, responsabile Animal Free Fashion.