Home News Fase 2, il primo rientro da Milano: partito il treno per Napoli...

Fase 2, il primo rientro da Milano: partito il treno per Napoli con 192 persone a bordo

CONDIVIDI

Il primo rientro della Fase 2 giungerà da Milano, dove è partito alle 7:10 di questa mattina un treno con a bordo 192 persone.

fase 2

La fase 2 comincia con un primo rientro da Milano: in arrivo un convoglio Frecciarossa dal capoluogo lombardo. La maggior parte dei passeggeri è diretta in Campania e Puglia.

Treno diretto a Napoli

Il primo rientro della fase 2 dell’emergenza coronavirus arriva dal capoluogo lombardo. Alle 7,10 di questa mattina, infatti, è partito il primo treno Milano-Napoli.

Come evidenzia anche Fanpage, a bordo del convoglio c’erano 192 persone. Molte poltrone all’interno del treno sono state interdette, per consentire il rispetto del distanziamento.

Quello di questa mattina è il primo rientro della Fase 2. La gran parte dei passeggeri presenti sul Frecciarossa è diretta in Puglia e in Campania.

Il treno è partito con soli 4 minuti di ritardo dalla stazione di Milano Centrale. Prima della partenza sono stati effettuati i dovuti controlli da parte degli operatori della stazione, che hanno passato in rassegna le autocertificazioni con le relative motivazioni dello spostamento.

Controllate le temperature di tutti i passeggeri. Le ispezioni sono andate avanti in maniera ordinata e tutti i viaggiatori sono riusciti a mantenere la distanza di sicurezza richiesta.

Tutti i passeggeri indossavano la mascherina. Il Frecciarossa si fermerà prima nella capitale, dove i passeggeri dovranno salire su un altro convoglio per raggiungere poi la Campania e la Puglia.

Non sembra al momento che sia stato respinto nessun passeggero.

Segnalazione all’Asl

La scorsa settimana, il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, aveva lanciato l’allarme, segnalando la questione anche al ministro Lamorgese.

Per chi arriva in Campania da fuori regione è prevista la tracciabilità e la segnalazione dello spostamento all’Azienda sanitaria di pertinenza e alla Prefettura.

Per chiunque, invece, si sposti all’interno della regione senza un valido motivo, è previsto un periodo di isolamento di due settimane.