Home Cronaca Faenza, lanciano sassi dal cavalcavia: fermati due 12enni. “Era un gioco”

Faenza, lanciano sassi dal cavalcavia: fermati due 12enni. “Era un gioco”

CONDIVIDI

Per le famiglie dei due adolescenti è scattata la sanzione di 400 euro a testa per non avergli fatto rispettare le norme anti-Covid.

12enni lanciano sassi cavalcavia,

L’episodio ha reso necessario una segnalazione al pm di turno del Tribunale dei Minori.

Lanciano sassi dal cavalcavia: fermati due minori

Hanno lanciato grossi massi sule auto in transito, rischiando di ferire gravemente qualcuno.

È per questo che due ragazzini di 12 anni di Faenza sono stati segnalati al Tribunale dei Minori.

Le forze dell’ordine li hanno colti in flagrante, mentre lanciavano i sassi nella zona di viale Marconi, nel comune del Ravennate.

La segnalazione era arrivata dagli stessi automobilisti, che nei giorni scorsi avevano denunciato la presenza di ragazzini sul viadotto.

Leggi anche –> Foggia, adolescenti lanciano sassi dal cavalcavia: colpita auto con una famiglia

Gli agenti della polizia locale sono quindi accorsi ed hanno scoperto i due 12enni, intenti a lanciare pietre.

Sanzionate le famiglie dei due adolescenti

I due minori sono stati quindi condotti al comando e sono stati convocati i genitori di entrambi.

Vista la minore età, i due non sono punibili, ma le famiglie sono state sanzionate con 400 euro di multa per non aver rispettato le norme anti-covid.

Come riporta anche Il Resto del Carlino, i due ragazzini si sono giustificati con i vigili urbani parlando di “un gioco”.

Leggi anche –> Palermo, 18enne muore durante una festa con gli amici: ad ucciderlo forse un mix di alcol e droghe

L’accaduto, configurabile penalmente con il reato di “getto pericoloso di cose”, è stato segnalato alla Procura dei Minori di Bologna.

Gli agenti hanno recuperato nei pressi del cavalcavia diversi massi grandi 3/4 centimetri.

Fortunatamente non si sono registrati incidenti sul tratto di strada interessato dal lancio di pietre.

Leggi anche –> Napoli, baby-gang assalta un’ambulanza dopo intervento Covid: “Città abbandonata a se stessa”