Home News Evacuato zoo olandese: due scimpanzé uccisi mentre tentano di fuggire

Evacuato zoo olandese: due scimpanzé uccisi mentre tentano di fuggire

CONDIVIDI

Mike e Karibuna, questi i nomi dei due scimpanzé fuggiti e poi uccisi, avevano tentato la fuga dal loro recinto che non era stato chiuso correttamente a causa di un “errore umano”.

La libertà a un passo, dopo anni vissuti in cattività, nello zoo di Amersfoort, Olanda, finisce con la loro uccisione.

Uccisi gli scimpanzé in cattività

Secondo quanto riportato da GreenMe, lo zoo avrebbe riferito che c’era stata una fuga che “potenzialmente” avrebbe potuto rappresentare un pericolo per i visitatori. Per avere la situazione sotto controllo, lo zoo è rimasto chiuso per il resto della giornata.

Nonostante la vita in cattività sopportata da anni, i due scimpanzé hanno preso al volo la possibilità di fuggire dalla loro prigionia. Forse in loro un vago ricordo delle foreste tropicali e delle savane boschive dell’Africa, che erano il loro habitat naturale.

IL DNA (ciò che determina l’aspetto e il funzionamento di un essere vivente) degli scimpanzé e degli umani è uguale al 98,5%, questo mostra di quanto gli scimpanzé siano strettamente imparentati con noi.

Condividiamo molte caratteristiche simili, come volti espressivi, alluci e mani che possono afferrare, compreso il desiderio di fuggire se costretti in gabbie anguste, per quanto dotate cdi “confort” artificiali.

Lo scimpanzé è uno degli animali più intelligenti del pianeta, capace di utilizzare utensili e di curarsi con erbe mediche.

Non solo loro come noi si abbracciano per mostrare affetto e sono in grado di camminare in posizione eretta.

Uccisi senza un motivo apparente

Secondo quanto affermato dai responsabili dello zoo, gli scimpanzé avrebbero mostrato un “comportamento impressionante”, che li ha indotti a pensare che potessero creare una situazione pericolosa.

Questo ha fatto sì che gli uomini della sorveglianza sparassero agli animali, anziché anestetizzarli. La direzione del parco ha definito quello che è accaduto ieri come una “giornata nera”. Aggiungendo:

“siamo profondamente dispiaciuti di questo evento”.

Nessuno dei presenti, compreso i visitatori dello zoo, che nel frattempo erano stati posti in sicurezza, poteva credere in questa tragica evoluzione della fuga.

Anni in gabbia, costretti ad essere solo un’attrazione.  Lontani dal loro mondo in un vita priva del benessere, che ogni essere vivente ha diritto a rivendicare per sé.

Secondo l’opinione di una biologa comportamentale Godelieve Kranendonk della AAP Foundation, uno scimpanzé adulto che fugge, finendo in un ambiente a lui sconosciuto, può divenire stressato fin a diventare aggressivo.

Alla fine sono passati da una vita priva di significato, fatta di flash, risate di scherno a morire uccisi a suon di pallottole.