Home Personaggi Tutto su Eugenio Mastrandrea, Marcello de La Fuggitiva: dalla fidanzata alla verità...

Tutto su Eugenio Mastrandrea, Marcello de La Fuggitiva: dalla fidanzata alla verità sulla parentela con Valerio Mastandrea

CONDIVIDI

Ecco tutto quello che siamo riusciti a scoprire sull’attore che nella serie tv con Vittoria Puccini interpreta Marcello.

Eugenio Mastrandrea si è fatto notare nel corso delle puntate andate in onda de La fuggitiva.

eugenio mastrandrea

Il pubblico è curioso di scoprire tutto su di lui, così vi sveliamo tutte le informazioni che abbiamo trovato.

Chi è Eugenio Mastrandrea

Eugenio Mastrandrea ha 28 anni e nasce a Roma, il 10 dicembre del 1993, sotto il segno zodiacale del Sagittario.

Si appassiona alla recitazione sin da bambino e debutta nel 2012 al cinema con il film A.C.A.B. – All Cops Are Bastards di Stefano Sollima, dove recita accanto a Marco Giallini e Pierfrancesco Favino.

Consegue il diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico nel 2017, dopodiché prende parte a vari progetti televisivi come la serie tv di Rai Uno Nero a metà.

L’attore si è dimostrato molto attivo anche al teatro come nell’opera del 2017 HamletMachine e in Studio su Le Baccanti.

Nel 2021 diventa noto al grande pubblico quando interpreta il personaggio di Marcello, nella nuova serie tv con Vittoria Puccini dal titolo La fuggitiva.

Vita privata e curiosità

Riguardo la sua vita privata, non si sa molto, visto che non si tratta di un attore molto conosciuto nel panorama cinematografico e televisivo italiano.

Siamo sicuri però che La fuggitiva si rivelerà per lui un vero e proprio trampolino di lancio!

Non abbiamo idea se Eugenio sia fidanzato, abbia una moglie, dei figli oppure sia single. Non trapela nulla neppure dai suoi social nei quali non è particolarmente attivo.

Si vociferava che Eugenio fosse fratello del più noto attore Valerio Mastandrea.

In realtà possiamo dirvi con certezza che non solo non siano fratelli, ma che non abbiano neppure lo stesso cognome.

A differire, infatti, ci pensa una R contenuta nel cognome di Eugenio e mancante in quello di Valerio.