Home News Estate di San Martino, perchè si festeggia l’11 novembre? La verità sulla...

Estate di San Martino, perchè si festeggia l’11 novembre? La verità sulla festa dei cornuti

CONDIVIDI

Oggi 11 novembre è si festeggia l’Estate di San Martino: ma perché proprio oggi? E che cos’è la festa dei cornuti?

Estate di San Martino, perchè si festeggia l'11 novembre? La verità sulla festa dei cornuti

Oggi 11 novembre si festeggia l’estate di San Martino ma è anche la festa dei cornuti? Vediamo insieme perché proprio oggi e che cosa vuole significare.

Che cos’è l’estate di San Martino?

Oggi 11 novembre si festeggia questa tradizione proprio per un cambiamento climatico che caratterizza molte Regioni italiane. Sole che splende, vento mite e temperature che sono assolutamente lontane a quelle della media autunnale. Come tutti gli anni in questo periodo si parla di “estate” ed è una tradizione che si tramanda di generazione in generazione.

Nel Paesi anglossassoni questa tradizione viene chiamata Indian Summer. In effetti, in passato, questo periodo era altamente importante per tutti gli agricoltori perchè firmavano i rinnovi dei contratti, si aprivano le nuove botti di vino e si mangiavano le castagne.

Un grande periodo di festa legato alla figura di Martino di Tours, un semplice soldato vissuto tra il 316 e il 397 dC in Francia e divenuto successivamente Vescovo. Ci sono tantissime leggende legate alla figura di questo personaggio, ma una tra tutte racconta che dopo aver visto dei mendicanti al freddo avrebbe preso il suo mantello per tagliarlo in due parti con la sua spada: questo per coprire queste povere persone e dar loro il calore che meritavano. Un gesto così benevolo che, si racconta, scacciò via le nuvole riportando il sole.

Per questo la leggenda popolare si tramanda da secoli, come se il suo mantello avvolgesse tutti in questi giorni di particolare freddo – riportando calore (e temperature superiori alla media).

La festa dei cornuti

Ma oggi è anche alla festa dei cornuti ed è una tradizione che non ha una collocazione ben definita. Secondo la leggenda però si riferirirebbe alla festa del bestiame dove molti animali presenti erano dotati di grandi corna.

A questi eventi partecipavano solo gli uomini mentre le mogli venivano lasciate a casa da sole, per questo viene fatto un riferimento a possibili tradimenti di coppia. Tradizioni e leggende popolari che ci riportano ad oggi, dove la percezione è differente.