Home News Estate 2020, come saranno le vacanze nelle varie città europee?

Estate 2020, come saranno le vacanze nelle varie città europee?

CONDIVIDI

Come sarà l’estate 2020? Ecco quali sono i paesi europei che, in emergenza sanitaria, potranno accogliere i turisti.

estate 2020

Intanto, sono tanti i paesi che perderanno tanti turisti nella prossima estate 2020 a causa della chiusura delle frontiere e dell’assenza di voli.

Le vacanze ai tempi della pandemia

L’estate 2020 sarà diversa perché cadrà nell’emergenza sanitaria che ha costretto alla chiusura tanti paesi. Ma non solo, se pure i paesi riaprono al turismo, ci sono delle regole ferree da adottare per scongiurare nuove chiusure. Alcuni paesi, che basano la maggior parte della loro economia sul turismo, hanno deciso di aprire subito ai visitatori.

Anche l’Italia, dal 3 giugno, permetterà la libera mobilità senza la necessità di quarantena fiduciaria. Paolo Gentiloni, ai microfoni della BBC, come si legge su Fanpage, ha affermato che la stagione turistica del Belpaese è al sicuro.

I paesi che apriranno

La Grecia ha deciso di iniziare la stagione turistica sin dal 15 giugno con un’esperienza turistica diversa dal solito. Saranno infatti, promosse le attività individuali o di piccoli gruppi e sospesi i party e la consueta folla di gente nei locali. A sottolinearlo è stato Kyriakos Mitsotakis, Primo Ministro.

I turisti internazionali subiranno in aeroporto ad Atene, il test rapido. Permessi gli spostamenti per Evia e Creta. Per le altre isole, i turisti dovranno fare una quarantena fiduciaria di 14 giorni. Tutti devono indossare le mascherine sui mezzi pubblici ma anche nei negozi. Restano i confini aperti.

In Spagna la curva epidemiologica sembra essersi stabilizzata. Con l’apertura degli aeroporti, dal 24 maggio, chi arriva nella penisola iberica dovrà sottoporsi alla quarantena di 14 giorni. Pedro Sanchez ha chiesto la proroga delle misure di blocco fino al 27 giugno. Perciò, non si conoscono ancora le sorti di una possibile estate da trascorrere in Spagna.

L’isola di Cipro ospiterà i suoi turisti previo test rapido prima del loro arrivo. Potrebbe essere richiesto loro di disinfettare i bagagli. L’isola mirerà soprattutto al turismo dei paesi vicini come la Grecia. Ad affermarlo è stato il vice ministro al Turismo Savvas Perdios.

L’Austria aprirà le sue frontiere il 15 giugno. L’Austria permetterà l’ingresso ai turisti solo se si sono sottoposti ad un certificato medico attestante un test biologico molecolare negativo per SARS-CoV-2 che deve essere stato fatto non oltre i 4 giorni prima della partenza. Se non si possiede tale certificato o non è conforme, al turista potrebbe essere chiesto di fare la quarantena.

La Francia aprirà le sue frontiere il 15 giugno ma si deve osservare la quarantena di 14 giorni fino a quando non verrà fatta ulteriore chiarezza.