Home News Epifania 2020, 6 italiani su 10 riceveranno la calza della Befana

Epifania 2020, 6 italiani su 10 riceveranno la calza della Befana

CONDIVIDI

Epifania 2020: giro d’affari complessivo da quasi 2 miliardi di euro

Epifania 2020: l’indagine condotta da Confesercenti ha rivelato che oggi 6 gennaio riceveranno la calza 6 italiani su dieci e la spesa media è stata di circa 68 euro.

Insomma, il fascino per la famosa vecchina con le “scarpe rotte” non muore mai.

Dentro la calza della Befana sempre caramelle, dolciumi e giocattoli, tanto apprezzati dai bambini, ma anche regali utili (articoli casalinghi, abbigliamento, tecnologia, informatica, etc.).

Poi con l’inizio dei saldi invernali è possibile trovare capi d’abbigliamento e accessori a buoni prezzi da mettere nella calza dell’Epifania.

Befana 2020: la tradizione non muore mai, ma ci sono forti differenze territoriali

Il trend della buona tradizione è in costante crescita: il numero degli italiani che hanno fatto un regalo per l’Epifania è cresciuto rispetto allo scorso anno.

Sì alla buona tradizione, ma ci sono forti differenze territoriali: la festività dell’Epifania è molto più sentita nelle aree del Centro Italia (dove sono stati spesi 15 euro in più rispetto al Settentrione) e del Meridione italiano.

Al Nord la quota di chi ha fatto un regalo nella calza della Befana si è fermato al 52%.

Calza Befana 2020: come l’hanno riempita gli italiani?

La calza della Befana 2020 è stata riempita con dolci, caramelle e carbone, mentre la quota di giocattoli si è ridotta rispetto lo scorso anno.

Inoltre, il 12% degli italiani intervistati ha optato per altri tipi di regali.

In occasione dell’inizio dei saldi invernali, molti italiani hanno messo nella calza della Befana 2020 accessori moda, indicati dal 35% degli intervistati, prodotti tecnologici (20%), accessori per la casa (15%) e libri (11%).

Rispetto al 2019, la spesa media per il corrente anno 2020 è stata di 68 euro, con una riduzione di appena 3 euro.

Anche per il budget speso ci sono differenze tra Nord, Centro e Sud Italia: le famiglie del Centro Italia sono state le più “spendaccione” con una spesa stimata di 75 euro.