Home News Emergenza Migranti, il Viminale ribatte a Musumeci

Emergenza Migranti, il Viminale ribatte a Musumeci

CONDIVIDI

Non si è fatta attendere la risposta del ministero dell’interno al governatore siciliano Musumeci, dopo l’ordinanza che imponeva la chiusura degli hotspot.

Musumeci
Tra il governatore della sicilia ed il Viminale non si è ancora trovato un accordo.

Dopo le parole di ieri del governatore della Sicilia, Nello Musameci, in cui l’uomo minacciava, tramite la messa in vigore di un’ordinanza, la chiusura dei centri di accoglienza, oggi è arrivata la risposta del Viminale.

Secondo il governatore sarebbero i migranti a favorire i contagi

Una scelta, quella di Musameci dettata dalla situazione pandemica. Il numero dei positivi in Sicilia, infatti, sarebbe salito a 48, di cui circa 16 migranti.

“La sicurezza delle comunità locali, anche sotto il profilo sanitario, è obiettivo prioritario del Viminal. La gestione di un fenomeno complesso come quello migratorio richiede la proficua collaborazione tra i diversi livelli di governo e grande senso di responsabilità”.

Questa la nota rilasciata dal Ministro dell’Interno per rispondere alle dichiarazioni del governatore della Sicilia. Secondo il Viminale, inoltre, bisogna dare risposte concrete alle preoccupazioni manifestate dalle proprie comunità.

Nella nota, infatti, viene ricordato come da luglio il numero di migranti che sono stati trasferiti dall’isola in altre regioni sarebbero circa 3.500.

Inoltre, il Ministero si è detto in prima linea per ridurre l’impatto delle migrazioni sulla Sicilia, quest’ultime dovute alla crisi in Tunisia, nazione con la quale il governo sta già cercando un accordo.

Nuove normative, inoltre, anche per i migranti sbarcati. Nonostante inizialmente siano stati imposti i test sierologici, dai primi di agosto si è passato all’utilizzo del tampone rinofaringeo.

Proprio per questo motivo è stata stabilita una convenzione con la Croce Rossa per effettuare i predetti tamponi ad ogni migrante in arrivo a Lampedusa.

Musumeci sembrerebbe ancora restare sulla sua posizione

“Lo Stato ha competenza sui migranti. Il presidente della Regione ce l’ha in materia sanitaria. E in tempo di epidemia è chiaro che mi sto occupando di questo.”

Nonostante la nota del Viminale, infine, da queste dichiarazioni possiamo constatare ancora un netto scontro tra quest’ultimo e Musumeci.