Home Politica Elezioni Gran Bretagna, trionfo di Boris Johnson: maggioranza assoluta

Elezioni Gran Bretagna, trionfo di Boris Johnson: maggioranza assoluta

CONDIVIDI

Non ci sono più dubbi dopo questa elezioni in Gran Bretagna dove Boris Johnson trionfa e si porta a casa l’uscita dalla Unione Europea

Elezioni Gran Bretagna
Elezioni Gran Bretagna

Le elezioni in Gran Bretagna hanno determinato la vittoria schiacciante dei Tory di Johnson pronto alla maggioranza assoluta e dire addio all’Europa.

Le elezioni inglesi del 12 dicembre 2019

Trionfo dei Tory del Premier Boris Johnson che vede il tracollo assoluto di Jeremy Corbin e l’ottenimento della maggioranza.

Questa la fotografia della Gran Bretagna in questo momento, mentre lo spoglio sta per essere terminato: un risultato che pesa sull’avversario che sino all’ultimo momento ha pensato di poter sconfiggere Johnson.

Ma gli inglesi hanno deciso e affidano al Premier in carica il loro futuro: la Brexit a questo punto è alle porte.

Che cosa è accaduto durante lo spoglio?

Secondo le proiezioni – ancora in aggiornamento – i Tory hanno conquistato 345 seggi e i progressisti  – solo 191 per i laburisti –  chiedono una leadership differente. La forza anti Brexit resta la secessionista della Scozia.

Il partito dei Tory ha raggiunto la maggioranza nella Camera dei Comuni con ottenimento dei seggi oltre la soglia prevista del 326 che erano necessari per governare, senza alcuna alleanza.

Donald Trump si è congratulato via Twitter così come Matteo Salvini, che vedono in questa vittoria un ottimo risultato portato a casa dal premier.

Nel frattempo Johnson è stato rieletto deputato nel collegio Uxbridge con 7mila voti. Nel suo entusiasmo per questo risultato ha ribadito il suo obiettivo di cambiare in meglio il Paese e realizzare la Brexit come preventivato da tempo.

La reazione dei politici italiani

Le prime reazioni dei politici italiani vedono un grande entusiasmo da parte di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Dal Premier Conte un messaggio di congratulazioni mentre Matteo Renzi non esulta e critica Corbin:

“la brexit sarà colpa anche della sinistra radicale”